Spogliatoi. Il diesse Sfredda:: "Data una prova di compattezza»

Il diesse Sfredda:: "Data una prova di compattezza"
Il diesse Sfredda:: "Data una prova di compattezza"

"È stata una partita giocata con sofferenza, determinazione e attraverso le ripartenze avremmo voluto segnare il gol, ma non ci siamo riusciti, che ci avrebbe permesso di mettere la qualificazione in cassaforte". Giuseppe Sfredda, direttore sportivo della Maceratese, tira le somme al termine della semifinale di ritorno di Coppa Italia giocata a Montegranaro contro la formazione locale, capolista nel campionato di Eccellenza. "Abbiamo tenuto bene – aggiunge – e solo nel finale abbiamo vissuto situazioni pericolose con quei palloni buttati in area". C’è soddisfazione, e non solo per il passaggio del turno. "Abbiamo apprezzato la compattezza della squadra e lo spirito di sacrificio. Questo traguardo, giocando ogni tre giorni, trasmette ancora più energia e forza a una rosa un po’ striminzita dopo che se ne sono andati Moschetta e Napolano e nell’ultimo mese senza Ruani per infortunio. A proposito, quest’ultimo dovrebbe rientrare in gruppo la prossima settimana". Oggi i biancorossi osserveranno una giornata di riposo e da domani si getteranno le basi per il match a Jesi. "Da domani penseremo a questa gara e a recuperare qualche acciaccato, Perri è uscito malconcio". Ieri non erano disponibili Nicolosi per squalifica, Mancini bloccato dalla febbre e Ruani.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su