Azione, Pd e Sinistra fanno squadra: "Si cerca un candidato sindaco"

Mirandola, Toscani è disponibile a far parte della giunta ma non a correre per la poltrona di primo cittadino

Azione, Pd e Sinistra fanno squadra: "Si cerca un candidato sindaco"
Azione, Pd e Sinistra fanno squadra: "Si cerca un candidato sindaco"

Il dottor Stefano Toscani declina l’offerta di candidatura a sindaco della città di Mirandola, espressagli congiuntamente da una coalizione di centrosinistra, che - a oggi – apparenta e vede uniti nello sforzo di trovare per la guida della città un candidato comune Partito Democratico, Azione e Sinistra civica per Mirandola. Nei giorni scorsi si erano rincorse voci su una possibile candidatura a sindaco di Toscani, medico molto noto avendo diretto per lungo tempo il Pronto Soccorso dell’ospedale Santa Maria Bianca, ma il professionista sebbene abbia ricevuto in questi giorni diversi attestati di stima si è detto impossibilitato ad accettare. Toscani, tuttavia, ha dichiarato di essere "disponibile ad impegnarmi direttamente nella squadra di coalizione di centro sinistra". "Siamo davvero grati della disponibilità mostrata dal dottor Toscani ad essere parte attiva della squadra di coalizione del centrosinistra quale importante professionista della sanità. Comprendiamo perfettamente – fanno sapere in una nota congiunta Anna Greco per il Pd, Riccardo Zaccarelli per Azione e Giulio Di Gisi per Sinistra civica per Mirandola - le ragioni familiari che impediscono al dottor Toscani di ricoprire il ruolo del candidato sindaco e sicuramente offrirà alla coalizione e a Mirandola una competenza di assoluto rilievo e una visione di largo respiro su un settore tra i più sensibili per i cittadini". Non è chiarito quale ruolo Toscani ricoprirà in caso di vittoria della coalizione Pd, Azione e Sinistra civica, anche se si dà per scontato che le sue competenze verrebbero spese per assegnarli un posto in giunta, come eventuale assessore alla sanità. La rinuncia di Toscani a correre come possibile candidato sindaco – restando al campo del centrosinistra – alza le quotazioni di Carlo Bassoli, anch’egli figura conosciuta, per essere figlio di due noti amministratori, uno al tempo del sindaco Celso Gherardi e l’altro al tempo di Sauro Secchi. Bassoli a questo punto pare essere l’unico nome disponibile. L’accordo trovato tra Pd, Azione e Sinistra civica sembrerebbe a questo punto, però, restringere lo schieramento di centrosinistra, che farebbe a meno sia di Movimento 5 Stelle che + Mirandola, i quali potrebbero decidere di "sfilarsi" al primo turno e presentarsi con propri candidati sindaci.

Alberto Greco