"Biscione, giunta in ritardo. Riqualificazione un bluff"

Critiche in Consiglio sul progetto di rigenerazione urbana da 9 milioni di euro. Boccaletti: "Enorme spreco di denaro". Pescetelli: "Realizzazione lontana".

"Biscione, giunta in ritardo. Riqualificazione un bluff"
"Biscione, giunta in ritardo. Riqualificazione un bluff"

Tra i punti toccati nell’esposizione del bilancio di previsione 2024-2026, giovedì sera in Consiglio comunale, vi è stato anche il progetto della ‘rigenerazione urbana e sociale’ con cui l’amministrazione comunale mira a riqualificare il condominio di via Unione Sovietica, ai civici 2 e 4, il cosiddetto ‘Biscione’ e il contesto limitrofo.

Tema che ha sollevato l’intervento critico di Federica Boccaletti, consigliere di Fratelli d’Italia: "Tra le varie e tante criticità da me evidenziate in sede di presentazione del bilancio, mi sono soffermata sulle politiche abitative perché, incredibilmente, il sindaco Bellelli nella sua relazione ha annoverato la riqualificazione del Biscione tra gli ‘obiettivi raggiunti’. Io – rimarca la Boccaletti – penso invece che tale progetto sarà ricordato come uno dei grandi fallimenti di questa amministrazione, un enorme spreco di denaro pubblico. Come sul tema sicurezza, sono arrivati a volere affrontare a modo loro (che noi non condividiamo assolutamente) il tema del degrado al Biscione, anche se non hanno mai ammesso che di degrado di tratti, con un ritardo che è veramente imbarazzante. Da oltre dieci anni è un tema emergenziale e loro negavano l’esistenza di un problema. Poi l’amministrazione Pd ha partorito un progetto da 9 milioni di euro, di cui 5,6 a carico del Comune e Acer, e che prevede l’acquisizione da parte di Comune e Acer di 55 dei 90 alloggi del complesso, ricorrendo anche a espropri: ad agosto 2022 gli alloggi acquisiti erano 15, nel novembre 2023 sono saliti 16. E la gara di affidamento dei lavori è prevista per gennaio 2024, letteralmente domani!".

"Quando si parla di denaro pubblico, e di così tanto denaro pubblico, bisognerebbe essere molto più concreti e realisti. Se di fronte a determinati argomenti si arriva con un ritardo così imbarazzante, è evidente che tutto si complica in maniera incredibile". Sul punto è intervenuto anche Michele Pescetelli, consigliere della lista civica Carpi Futura: "Come ho rilevato in Consiglio, non si è affrontata in maniera compiuta l’emergenza sociale abitativa. Gli strumenti messi in campo sono strumenti legati ai fondi per la riqualificazione del Biscione (e la Corte Fossoli con il PNRR). La realizzazione di tale riqualificazione attraverso l’acquisizione o gli espropri degli appartamenti dei due palazzi è ancora molto lontana.

In bilancio ci sono 200mila euro per la ristrutturazione di due nuovi appartamenti: mi sembra veramente, ma veramente poco".

Maria Silvia Cabri