Carpi, 6 scontri diretti decisivi

I biancorossi, il Ravenna e il San Marino, si sfideranno nei prossimi 5 turni

Carpi, 6 scontri diretti decisivi
Carpi, 6 scontri diretti decisivi

Da qualche settimana a questa parte il Carpi ha imparato sulla propria pelle a pensare solo a una gara alla volta. Lo scotto dell’avvio horror con Prato e Borgo che poteva costare la stagione ha smontato qualsiasi tabella di marcia per la rincorsa a Ravenna, ora distante 6 punti. Ma è innegabile che, calendario alla mano, le prossime 5 giornate diventino cruciali per capire se la squadra di Serpini potrà presentarsi al rush finale della stagione ancora in corsa per la Lega Pro. Mancano infatti 4 giornate alla super sfida di domenica 17 marzo al "Cabassi" col Ravenna e in questo lasso di tempo le prime 3 in classifica (Ravenna a 46 punti, San Marino a 42 e Carpi a 40) si sfideranno nei 3 scontri diretti, che diventano 6 in tutto in 5 turni se si guardano le prime 6 della classe. Un vero e proprio "mundialito" in cui i punti varranno doppi o anche tripli e che potrebbe portare alla volata delle ultime 7 giornate anche gerarchie sconvolte rispetto a quelle attuali. Si parte forte già dopo la sosta, domenica 18, quando il Ravenna capolista riceverà il Lentigione sesto della classe a -9, reduce da 2 ko ne hanno fermato la rincorsa, mentre a San Marino la Victor seconda se la vedrà col Corticella quarto. In contemporanea per il Carpi ci sarà il Sant’Angelo e per il Forlì il derby con l’Imolese. Domenica 25 la vetrina sarà per San Marino-Carpi, col Ravenna impegnato nella difficile trasferta di Sangiuliano, poi il 3 marzo altro doppio scontro diretto con Ravenna-San Marino e Carpi-Corticella, ovvero l’incrocio fra le attuali prime 4 della classe. Poi la giornata del 10 marzo (Sangiuliano-Carpi, Ravenna-Aglianese e San Marino-Mezzolara) sarà una sorta di cuscinetto in vista di quel Carpi-Ravenna del 17 marzo che probabilmente farà le carte definitive alla volata per la Lega Pro.

Dal campo. Ieri è rimasto fermo Bouhali (palestra e terapie), a parte Beretta, Cecotti e Sabattini, mentre Verza ha svolto l’allenamento in gruppo, in cui Sall ha subito una botta al collo del piede in partitella.

Settore giovanile. Quello appena concluso è stato un fine settimana da en plein per i baby biancorossi, con 6 vittorie in altrettante gare disputate da Juniores (4-0 al Lentigione), Allievi (4-0 sulla Virtus Cibeno), Giovanissimi (4-1 alla Cittadella), Esordienti 2011 (6-1 a Castelfranco), Esordienti 2012 (8-3 a Mantova) e Pulcini (4-2 sulla Mirandolese). Per festeggiare il "pieno" ieri il presidente Claudio Lazzaretti ha offerto una merenda a tutte le squadre presso il campo di via Sigonio. Per la prima squadra erano presenti i calciatori Arrondini, Beretta, Gerbino, Laamane e Sabattini.

Davide Setti