Consigli decisivo nel finale. Bajrami si accende due volte

Laurienté poco efficace,. Thorstvedt, gara di sacrificio. Pedersen si propone. e chiude anche gli spazi.

Consigli decisivo nel finale. Bajrami si accende due volte
Consigli decisivo nel finale. Bajrami si accende due volte

CONSIGLI 7. Alla difesa neroverde bastano meno di 10’ per esporlo al 42mo gol subito in stagione. Salva il salvabile, e salva soprattutto il pari al 96’ sul colpo di testa di Zapata. Determinante.

PEDERSEN 6,5. Non male il cross con cui innesca il Pinamonti che sblocca. Vigile su Lazaro, bravo a ripartire, proporsi e cercare il fondo.

ERLIC 6. Bellanova lo taglia fuori col traversone che ‘miracola’ Zapata, ma la velocità del pallone lo assolve. Non sicurissimo, tuttavia, nell’opporsi agli assalti granata: prezioso su Vlasic al 29’, e anche dopo (49’ s.t. Tressoldi s.v.)

VITI 6. Confermato nonostante le incertezze palesate al Dall’Ara una settimana fa, il centrale ex Empoli ci mette la giusta applicazione. E chiude vincendo il ‘duello’ con Sanabria.

DOIG 5,5. Una buona chiusura su Bellanova in avvio, ma poi il laterale granata esonda, costringendo lo scozzese ad una gara di retroguardia. Chiusa anzitempo per infortunio (49’ s.t. Ferrari s.v.)

LIPANI 6. Il forfait di Boloca, febbricitante, gli garantisce la seconda consecutiva nell’undici titolare, e lui il suo lo fa, anche considerate età (verde) ed esperienza (poca). Un retropassaggio da brividi sul finire del primo tempo passa in cavalleria (27’ s.t. Racic 6. Ci mette il fisico, ma nel finale di gara non serviva nient’altro)

HENRIQUE 6. Al rientro dopo lo stop per squalifica: presente ma non brillantissimo. L’idea è che patisca l’assenza di Boloca, che gli è complementare, accanto a lui. Regia pulita, ma priva di guizzi, e una conclusione a lato.

BAJRAMI 5,5. Si accende al 18’, trova Tameze, si riaccende alla mezz’ora ma serve Laurientè che spreca. Tutto qui. Dirottato sull’esterno, qualche strappo o confeziona, ma nulla che metta mai in apprensione la retroguardia granata né Milinkovic, che pure il fantasista albanese cerca su punizione al tramonto del primo tempo (27’ s.t. Defrel 6. In campo dopo due mesi di stop. Ruggini evidenti, ma colpi ‘giusti’ e per pochissimo non segna)

THORSTVEDT 6. Qualcosa cerca, dentro una gara sporchissima che lo vede ora centrocampista puro, ora trequartista, ora addirittura esterno. Molta corsa, moltissimo sacrificio e un po’ di inevitabile confusione. LAURIENTÉ 5. Involuto, e ancora meno efficace del solito. Doig e Thorstvedt lo cercano con insistenza, come lo cerca Bajrami. Il francese, tuttavia, riesce a non farsi mai trovare, non senza indispettire, peraltro, il pubblico di casa. Una conclusione in curva e una su Milinkovic nella ripresa non gli alzano il voto.

PINAMONTI 6,5. Ottava rete stagionale per l’arciere di Cles. Si batte e si sbatte: spesso superato, picchiato il giusto, ma mai vinto (43’ s.t. Mulattieri s.v.).

Stefano Fogliani