Determinazione Gollini "Noi giovani ma pronti"

Il libero darà ancora ’battaglia’ per un posto fra i titolari "Bruno? Lo sento spesso. Non vediamo l’ora che rientri".

Determinazione Gollini  "Noi giovani ma pronti"

Determinazione Gollini "Noi giovani ma pronti"

di Alessandro Trebbi

Dovrà ancora una volta, per il secondo anno consecutivo, cercare di conquistarsi un posto al sole. Riccardo Gollini però non ha paura, perché già lo scorso anno, all’inizio e poi alla fine della stagione, era al fianco di Rossini per dar man forte alla seconda linea gialloblù. Tirato a lucido da una preparazione che per lui è iniziata ben prima del 21 agosto, il libero di Modena Volley che lotterà con Federici per un posto da titolare, traccia le linee dei primi due mesi di allenamenti al PalaPanini.

Gollini, c’erano dubbi sulla sua permanenza a Modena? "No, assolutamente. Abbiamo parlato prima dell’estate, io avevo un altro anno di contratto, eravamo convinti di continuare sia io che la società e sono molto contento".

Lei ha fatto un percorso di crescita notevole lo scorso anno "Beh sì, quando sei al fianco dei grandi impari di più e più in fretta. Soprattutto sul livello della SuperLega che è molto alto". Che Modena vede ai nastri di partenza?

"Siamo un gruppo molto giovane, ancora più giovane rispetto all’anno sorso. Però abbiamo visto che il campionato è stato molto equilibrato nel 20222023, non penso che sarà diversa la nuova stagione. Ecco perché stiamo lavorando molto sodo per farci trovare prontissimi a fine ottobre".

Cosa ci può dire di coach Petrella?

"Francesco Petrella è un allenatore a cui piace lavorare tanto. Stiamo già iniziando a parlare dell’idea di gioco che vogliamo mettere in campo".

Lei lo conosceva già?

"Certo, è stato il mio primo allenatore nelle giovanili e sono contento di averlo ritrovato". Italia-Belgio coi suoi amici in campo, che partita ha vissuto?

"Davvero un palazzetto pieno ed è stato bello esserci. Un bell’esordio per l’Italia e sicuramente una soddisfazione per due compagni di squadra, Rinaldi e Sanguinetti, che sono soprattutto amici. Vederli con la maglia azzurra è molto bello, e loro sono molto carichi, faccio a tutti un grande in bocca al lupo".

Il suo pronostico per l’Europeo?

"Beh l’Italia è sicuramente una squadra molto forte ora come ora, sono fiducioso".

Ha sentito Bruno?

"L’ho sentito spesso. Ci ha fatto l’in bocca al lupo. Lui è in Brasile per il Campionato Sudamericano e poi per il pre-olimpico ma da vero capitano chiede sempre come stanno andando le cose da noi. Non vediamo l’ora che rientri con noi".