Dieci alloggi popolari acquisiti dal Comune

Sassuolo, gli immobili si trovano in via Radici in Piano e in via Fossetta . Ma nell’operazione rientrano anche undici autorimesse e un’area urbana.

Dieci alloggi popolari  acquisiti dal Comune
Dieci alloggi popolari acquisiti dal Comune

Dieci nuovi alloggi acquisiti a titolo gratuito al patrimonio immobiliare comunale. Nuovi, poi, si fa per dire dal momento che si tratta di alloggi di proprietà del demanio e oggi gestiti come case popolari da Acer, che l’Amministrazione prende in carico (a costo zero) avvantaggiandosi della possibilità offerta da una legge regionale "per accrescere – ha detto il Vicesindaco Alessandro Lucenti – il patrimonio immobiliare del Comune e valutarne poi l’utilizzo in futuro, senza ovviamente alterarne la destinazione d’uso".

Alloggi popolari sono, quelli acquisiti, e alloggi popolari resteranno, "ma in larga parte oggi sono in disuso o ammalorati, disporne in proprietà ci darà modo di intervenire per migliorarne l’aspetto e la fruibilità e metterli poi a disposizione dell’utenza". Cinque alloggi si trovano in via Radici in Piano, ai civici 153 e 155, altrettanti sono collocati in via Fossetta, al civico 41, ma nell’operazione rientrano anche undici autorimesse e una piccola area urbana: l’Amministrazione Comunale ha provveduto a farne stimare il valore "e possiamo dire, con questa operazione, di accrescere il patrimonio immobiliare comunale di circa 400mila euro a costo zero", ha detto ancora Lucenti. La stima, infatti, attribuisce alle unità immobiliari di via Fossetta il valore complessivo di 236mila euro, 200mila è quello ascritto ai cinque di via Radici in Monte mentre molto più esiguo (16mila euro circa) è il valore delle autorimesse e dell’area urbana che completano il lotto: tanto è bastato all’Amministrazione a procedere presso Acer, sottoponendo l’operazione al consiglio comunale e ottenendone consenso trasversale, anche considerata la ‘fame di alloggi’ che condiziona, stante il caro affitti, le cosiddette ‘fasce deboli’.

Via libera unanime, in sede di voto, da parte della maggioranza e della lista civica Macchioni, quindi, e astensione del Partito Democratico (ma non del consigliere Pasquale Del Neso, che ha votato con la maggioranza) per un’operazione "destinata – ha detto ancora Lucenti – a recuperare queste unità immobiliari intervenendo nel minor tempo possibile per renderle pienamente fruibili, accrescendo le possibilità del Comune di dare risposte in tema di alloggi pubblici".

La finalità ‘sociale’ dell’operazione, ha detto il vicesindaco in consiglio comunale, è infatti fuori discussione, "e l’acquisto, o meglio la presa in carico, di queste dieci unità immobiliari si inserisce nel più ampio piano di recupero del patrimonio edilizio comunale che intraprenderemo presto anche mettendo mano al complesso ‘I gerani’ e che abbiamo già intrapreso in via Respighi".

Stefano Fogliani