Duplice omicidio a Vignola. Uccide in casa madre e fratello: portato via ferito in ambulanza

Tragedia in via Torino intorno alle 21.30. Carabinieri avvertiti dai vicini: "Sentivamo urla strazianti". I militari hanno trovato i due corpi senza vita a terra. L’assassino è l’altro figlio, trasportato in ospedale.

Duplice omicidio a Vignola. Uccide in casa madre e fratello: portato via ferito in ambulanza

Duplice omicidio a Vignola. Uccide in casa madre e fratello: portato via ferito in ambulanza

Ha ucciso la madre e il fratello. E’ questo il terribile scenario che si è delineato ieri a tarda sera in via Torino a Vignola, una strada di villette alle porte del paese.

La chiamata è arrivata dai vicini di casa che hanno sentito urla terribili passata l’ora di cena, intorno alle 21.30.

Orribile la scena che si è presentata davanti ai carabinieri, accorsi in pochi minuti e ai familiari che sono stati allertati e hanno raggiunto in breve tempo l’abitazione. In casa, infatti, giacevano i corpi dell’uomo e di suo madre. Entrambi erano già senza vita.

L’autore del terribile gesto sembra sia già stato individuato: si tratterebbe del fratello e figlio delle vittime. Ieri sera l’uomo ha lasciato l’abitazione in ambulanza.

Sembra che all’origine del duplice omicidio ci sia una violenta lite, scoppiata poco prima ma di cui ancora non si conoscono le cause: il presunto assassino aveva raggiunto i familiari poco prima. Stando ai racconti dei vicini si sarebbero in un primo momento sentite delle urla, poi diventate grida strazianti quando la situazione è degenerata. Nella villetta vivevano le due vittime, il marito della donna invece è già morto anni fa. Il fratello che avrebbe ucciso i due invece, abitava con la sua famiglia.

Sul posto, pochi minuti dopo l’accaduto, sono accorsi i carabinieri, i mezzi di soccorso. Ora le indagini sono in mano ai militari della compagnia di Sassuolo che sono sul posto insieme ai colleghi del nucleo operativo di Modena e cercheranno di fare luce sulla dinamica e di capire cosa ha scatenato questo inferno. I parenti del presunto omicida l’hanno raggiunto all’ospedale.