Exploit InformaGiovani. Lavoro e studio all’estero. Oltre 5mila accessi. Campagna social al via

Lo sportello attivato dal Comune è diventato un punto di riferimento . Sono quasi 900 i colloqui personali per accompagnare i ragazzi nel percorso. L’assessore Bortolamasi: "Uno strumento di crescita ed emancipazione" . .

Exploit InformaGiovani. Lavoro e studio all’estero. Oltre 5mila accessi. Campagna social al via

Exploit InformaGiovani. Lavoro e studio all’estero. Oltre 5mila accessi. Campagna social al via

Orientarsi nella geografia di un mondo in evoluzione, soprattutto per chi è giovane e cerca la strada migliore. È questa la mission dello sportello Informagiovani, che a Modena rappresenta un’eccellenza, tra le prime a venire lanciate a livello nazionale in un passato nemmeno troppo lontano. Il servizio del Comune, attivo presso l’Urp di Piazza Grande, vanta performance importanti, che in numeri assoluti si traduce in oltre 5mila ragazzi e ragazze (5.204 per l’esattezza) che da luglio 2021 a dicembre 2023 hanno ricevuto risposte concrete (di persona, per telefono, mail o videocall) su orientamento al lavoro, formazione, volontariato, mobilità internazionale e benessere psicofisico.

Che si faccia riferimento al 2021 non è un caso, perché è proprio in quell’anno – mentre uscivamo lentamente dalla pandemia – che l’Informagiovani ha deciso di rafforzare e riaggiornare il proprio operato, cogliendo i cambiamenti e le nuove fragilità portate dal Covid nella vita dei più giovani. Il servizio punta a migliorarsi ancora di più e va in questa direzione la nuova campagna promozionale social 4.0 illustrata ieri alla Galleria Europa: presenti l’assessore alla Cultura e Politiche giovanili Andrea Bortolamasi, Corrado Nuccini, che ha curato la campagna, e Chiara Bonacini, referente dell’Informagiovani.

I numeri dello sportello raccontano di un’azione costante: ai già citati 5.204 contatti, sono infatti seguiti 884 colloqui personali approfonditi per accompagnare i ragazzi nel percorso intrapreso, accanto ad occasioni di formazione di gruppo, organizzati con il centro Europe Direct, per informare su possibilità di studio, formazione o volontariato all’estero. L’Informagiovani, come spiegato dalla referente Bonacini, si articola in attività di primo e di secondo livello: il primo livello consiste nell’accogliere i giovani e nel guidarli nell’accesso a informazioni e opportunità.

In questa fase il maggior numero di domande riguarda il lavoro (2.455 sul totale di 5.204) e la formazione (1.480). Seguono le richieste di informazioni sulla mobilità internazionale (397), sul volontariato (286), sul benessere (267) e sull’imprenditoria (139). Il secondo livello prevede una presa in carico dell’utente con colloqui individuali e proposte di percorsi personali. L’obiettivo della nuova campagna promozionale, raccontata nel dettaglio da Nuccini, è quella di raggiungere ancora più ragazzi: il piano prevede inserzioni sponsorizzate su Facebook, Instagram e Tik Tok Città di Modena con video e grafiche a tema, e reel promozionali (realizzati da Spot Modena), l’attivazione di un canale Instagram Informagiovani 4.0, il potenziamento del sito del Comune di Modena, un volantino, cartoline e un segnalibro promozionali.

"Il 2021 ha rappresentato un detonatore per il mondo giovanile e questo ci ha permesso di riflettere per migliorare l’Informagiovani – sottolinea l’assessore Bortolamasi –. Lo abbiamo fatto agendo su prossimità, partecipazione e protagonismo, i tre pilastri delle azioni che abbiamo attuato per rinnovare i servizi delle politiche giovanili. Il servizi è diventato così un punto di riferimento dove informarsi, formarsi e avvicinarsi al mondo del lavoro che è lo strumento più importante per creare occasioni di crescita ed emancipazione".