Formigine, telefonia. Via la centrale in rame. Spazio alla fibra ottica

TIM accelera la digitalizzazione a Formigine con lo spegnimento della centrale in rame di Casinalbo il 25 maggio. I clienti dovranno migrare alla fibra per migliorare servizi e ridurre l'impatto ambientale.

Formigine, telefonia. Via la centrale in rame. Spazio alla fibra ottica

TIM accelera la digitalizzazione a Formigine con lo spegnimento della centrale in rame di Casinalbo il 25 maggio. I clienti dovranno migrare alla fibra per migliorare servizi e ridurre l'impatto ambientale.

TIM accelera il processo di digitalizzazione e avvia lo switch off della prima centrale in rame in Emilia-Romagna per favorire l’adozione delle nuove tecnologie in fibra ottica da parte di cittadini e imprese.

In particolare, il processo di dismissione riguarderà la centrale di Casinalbo, basata su tecnologie completamente in rame, che verrà spenta a partire dal prossimo 25 maggio. "Entro tale data di conseguenza – spiegano dalla Tim – i collegamenti attestati su questa centrale (Adsl, Isdn e linee telefoniche Rtg) saranno migrati sulla rete TIM di nuova generazione, già disponibile totalmente o in parte in fibra".

L’operazione di spegnimento della rete in rame e la preventiva migrazione dei clienti verso connessioni in banda ultralarga "consentiranno un significativo miglioramento delle prestazioni e della qualità del servizio". Il passaggio alla fibra comporta, inoltre, la riduzione dei consumi energetici e, di conseguenza, un minore impatto ambientale.

"I clienti TIM hanno già ricevuto al riguardo un’informativa nella fattura telefonica. "Coloro che ad oggi non hanno ancora scelto un collegamento a banda ultralarga, per continuare a fruire dei servizi di fonia e navigazione Internet dovranno effettuare la scelta entro il 24 maggio". A questo scopo saranno contattati dal servizio clienti di riferimento (187 per la clientela residenziale e 191 per quella business) per la verifica dell’impianto.