Ghiddi trionfa nei tricolori

Skiroll, l’atleta di Pavullo si è laureata campionessa nella specialità inseguimento

Ghiddi trionfa nei tricolori
Ghiddi trionfa nei tricolori

Un altro alloro per Anna Maria Ghiddi, in questa stagione nella quale sta dominando sugli skiroll, un trofeo importante che le è valso il titolo italiano nella specialità inseguimento. In Valle d’Aosta il comune di Verrayes ha ospitato domenica mattina, nell’area sportiva di Rapy, le gare che, oltre a essere sempre valide per la coppa nazionale, hanno anche assegnato il titolo italiano assoluto misto. Un format particolare, simile a quello che si vede già da anni nella kermesse norvegese Toppidrettsveka. Alle 9 si è svolto infatti un prologo, con partenza individuale a cronometro, di 2 km a tecnica libera. Poche ore dopo, quindi, gli atleti si sono affrontati in un inseguimento partendo con i distacchi ottenuti nella prima prova.

Anna Maria Ghiddi ha vinto l’inseguimento femminile da 8 km a skating, dopo aver già chiuso in testa il prologo mattutino da 2 km con un vantaggio di 6’’ su Elisa Sordello (Entracque Alpi Marittime). Nell’inseguimento, la piemontese ha subito raggiunto la più giovane avversaria, ingaggiando un duello a tutta velocità che ha visto la coppia di testa guadagnare un vantaggio molto ampio sulle altre avversarie. Il titolo italiano è stato quindi assegnato dopo un’emozionante volata finale, nella quale a imporsi è stata Ghiddi per appena tre decimi, mostrando tutto il suo talento nelle volate, talento che le sta fruttando anche diversi successi nella Coppa del Mondo juniores. Sul terzo gradino del podio ha concluso Lisa Bolzan (SC Orsago), giunta a 1’06’’, capace di mettersi alle spalle Laura Mortagna (GS Fiamme Oro) e Sofia Arlian (Saint Barthelemy). Ghiddi si è così imposta anche, ovviamente vista la giovanissima età della portacolori dell’Olimpic Lama, nella classifica "Giovani", seguita da Vanessa Cagnati (Val Biois), sesta assoluta, e Maria Invernizzi (Nordik Ski Valsassina), settima assoluta.

Ora per la Ghiddi si prospetta la ripresa del circuito internazionale, nel quale dovrà confrontarsi per la prima volta con le atlete scandinave, dopo lo straordinario poker di vittorie in Kazakhstan che le ha fruttato come conseguenza un amplissimo margine nella classifica generale. Non c’è che dire, l’atleta nata e cresciuta sul nostro Appennino è ormai davvero una punta della Nazionale italiana ed è ormai pronto anche al salto nei seniores, per dire la sua a tutti i livelli.

Alessandro Trebbi