Gratia Plena, un sit-in a favore dell’artista

Carpi, domenica pomeriggio il raduno davanti alla chiesa di Sant’Ignazio. Gli organizzatori: "Un incontro all’insegna del rispetto"

Gratia Plena, un sit-in a favore dell’artista

La mostra Gratia Plena ospitata nella chiesa di Sant’Ignazio

Siamo tutti Andrea Saltini. Questo lo slogan scelto per il ‘raduno di solidarietà’ che si svolgerà domenica alle 17.30 davanti alla chiesa di Sant’Ignazio (corso Fanti 44). Una manifestazione nata ‘dal basso’, dalle tante persone che, da quando si è verificata l’aggressione all’artista Andrea Saltini e lo sfregio della sua opera ‘Inri – San Longino’, lo scorso giovedì, hanno espresso il desiderio di fare qualcosa di concreto per esprimere la loro vicinanza e fare valere il diritto di manifestazione del pensiero. "Sarà un raduno pacifico, apolitico e apartitico – spiegano gli organizzatori –. Andrea Saltini, il giorno stesso in cui è stato aggredito, ha rivolto un appello a tutti, auspicando che quello che era accaduto fosse occasione per dialogare e riflettere sui limiti del dissenso, del diritto di critica e della libertà di espressione, e di manifestazione del pensiero. Diritti riconosciuti e tutelati dalla nostra Costituzione, agli articoli 11 e 21. Oltre a sperare che al più presto vi potesse essere una occasione nella quale poter dare avvio a un confronto aperto e libero nella rispetto della sensibilità e delle opinioni di tutti. Ecco, noi vogliamo essere dare a tutti quella occasione". Come spiegano i promotori, sarà un momento di incontro silenzioso, corredato da un grande striscione con la scritta #siamotuttiandreasaltini, "che terminerà la lettura di un ringraziamento scritto da Andrea stesso (che non sarà presente all’evento, in quanto ancora a casa convalescente dopo l’aggressione subita) e un applauso per lui e per la Diocesi. Ai partecipanti chiediamo di indossare un paio di occhiali da sole, come segno di vicinanza all’artista che ha fatto di questo accessorio un suo tratto peculiare. Naturalmente, se qualcuno vorrà intervenire, sarà libero di farlo, purchè sia nel rispetto dello spirito che ispira questo raduno. Ciò che è avvenuto deve far riflettere sulla mancanza di comprensione di una società che non ascolta, non osserva e manifesta il proprio dissenso aggredendo e offendendo".

Di qui la scelta dello slogan: non ‘io sto con Andrea Saltini’, ma appunto ‘Siamo tutti Andrea Saltini’, perché "non vuole essere uno schieramento, in quanto quando hanno ferito l’opera e la persona di Andrea Saltini hanno ferito tutti noi, hanno accoltellato la nostra libertà di espressione". All’indomani dell’aggressione, Eros Andrea Gaddi, capogruppo M5S ha affermato: "Penso sia ora che una coscienza laica e civile si faccia sentire e vedere anche fuori dai social, di scendere in piazza.Una fiaccolata assieme per dire no al fanatismo in ogni sua forma. Propongo un’iniziativa pubblica di solidarietà a Saltini, anche a tutti i componenti e colleghi consiglieri". Gaddi sarà presente, come il sindaco e i tre candidati sindaco alle amministrative, Riccardo Righi, Annalisa Arletti, Monica Medici, per portare un sostegno non solo umano ma anche istituzionale.

Maria Silvia Cabri