Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 apr 2022

In Appennino tutto pronto per accogliere gli escursionisti

Emilio Lenzini: "Stiamo lavorando alle mappe dei percorsi"

15 apr 2022

Per il periodo di Pasqua sono attesi molti escursionisti in Appennino. E tanti volontari sono al lavoro per sistemare la segnaletica di una nuova rete sentieristica nella Valle del Pelago. Dopo il successo del sentiero delle Cascate a S.Annapelago, con migliaia di visitatori tutto l’anno, è ora la volta dei Sentieri della Rosa Canina. Si tratta di un’unica segnaletica (detta appunto della Rosa Canina da una delle piante tipiche della zona dai caratteristici fiori rosa e dalle bacche rosse) che racchiude già tre sentieri: quello delle Quattro Chiese e dei Briganti, quello dei Due Ponti e quello recente della Grottaccia. Già completato il Sentiero delle Chiese e Briganti, coi cartelli segnaletici con direzioni e tempi di percorrenza da S. Annapelago a Monticello, Casa Paretto e Tagliole. Poi toccherà al sentiero dei Due Ponti da Ponte Battistella a Ponte S.Anna in parte lungo il torrente Perticara, con derivazione per il sentiero della Grottaccia fino a S.Andreapelago e ritorno, passando dal fosso di Campitello, Rocca, Casa Lisini-Casoni, Pomastaggia, Rio Grosso, Borghetto e ritorno a Ponte Battistella. "Il gruppo di volontari che sta lavorando alla realizzazione di questi sentieri – dice l’ideatore Emilio Lenzini – ora ne sta curando la segnaletica, infine provvederemo a mappe dei percorsi per gli escursionisti. l sentieri sono segnati di bianco e celeste; i cartelli invece avranno il logo della Rosa Canina e frecce di tre diversi colori (rosso, blu, verde) a seconda del tragitto". Già numerosi appassionati di camminate in montagna stanno ‘provando’ i percorsi, e ne sono entusiasti, sia per la partenza dal paese senza trasbordi in auto, sia per le bellezze naturalistiche che storiche. E vi sono pure oltre centinaia di visitatori al giorno al Sentiero delle Cascate di S.Annapelago. Fabrizio Bernardi, che è stato tra gli ideatori e realizzatori dell’iniziativa, non dorme sugli allori: "Il nostro scopo è quello di creare un piccolo comprensorio di sentieri tematici ad anello con partenza ed arrivo a S.Annapelago recuperando tutta la storia del nostro territorio".

g.p.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?