"Io manager dei talenti. Il ricordo di Battiato"

Carpi, durante la serata Lions. Spinelli ha intervistato. Francesco Cattini talent scout. del mondo della musica.

"Io manager dei talenti. Il ricordo di Battiato"
"Io manager dei talenti. Il ricordo di Battiato"

Musica, artisti, ricordi e progetti. Il carpigiano Francesco Cattini, classe 1960, violinista e musicista di successo, e manager del mondo della musica italiana ed internazionale, è stato l’ospite d’onore della serata promossa dal Lions Club Carpi Host, sotto la presidenza di Marco Arletti. In una chiacchierata con il giornalista del QN Andrea Spinelli, Cattini, amministratore delegato di Imarts (International Music and Arts, con sede a Carpi), società italiana di successo a fronte dell’industria musicale dominata dalle multinazionali, ha raccontato la sua carriera nel mondo dello spettacolo musicale, il suo lungo rapporto professionale con Franco Battiato e con gli altri artisti di cui ha curato i progetti musicali. Gli inizi della sua carriera come violinista, animatore della sezione carpigiana della Gioventù Musicale d’Italia, nonché fondatore del complesso di musica da camera ‘I virtuosi italiani’ "ma, proprio nell’organizzare l’attività concertistica di queste iniziative ho compreso che poteva esserci un’altra strada nel mondo della musica e così ho fondato l’Imarts, una delle poche aziende indipendenti in Italia, tra le multinazionali presenti sul mercato. Noi amiamo definirci come un sarto che confeziona abiti su misura, ritagliamo per gli artisti un progetto su misura adatto per loro". Tanti gli aneddoti e i ricordi legati agli artisti che hanno collaborato con lui, da Battiato, a Elio e le Storie Tese, Morgan, Arisa, e Francesco Gabbani, che Cattini ha portato due volte come vincitore a Sanremo sul palco dell’Ariston, con ‘Amen’ e ‘Occidentali’s Karma’. Legato alla sua città, ha preannunciato che "uno dei prossimi eventi sarà proprio qui: il 17 aprile al Teatro Comunale, proporremo ‘Il futuro è tra mezz’ora’, un evento sugli ultimi istanti di vita di Lucio Dalla".

m.s.c.