Mercato, c’è il Pisa sulle tracce dello squalo

Il club toscano pare intenzionato a rinforzare l’attacco con Bonfanti. Da valutare l’offerta e la strategia gialloblù per gestire le punte. .

Mercato, c’è il Pisa sulle tracce dello squalo
Mercato, c’è il Pisa sulle tracce dello squalo

A luglio, non c’erano stati dubbi. Puntare sul centravanti Nicholas Bonfanti era stato semplice per il Modena, forte di un rendimento da 7 reti in campionato, condizionato dai soliti problemi muscolari già noti nel suo primo anno di C: ma quando la media realizzativa sorride così tanto, impossibile non credere ad un futuro ancor pià promettente.

Anche per il tecnico Paolo Bianco è così: l’allenatore gialloblù ha utilizzato queste stesse parole nel corso di una conferenza stampa di vigilia dell’ultimo periodo a domanda sullo squalo relativa al suo scarso impiego. Perché, se da un lato ci sono tutte le belle speranze riposte nelle qualità da bomber del numero 9, dall’altra c’è la realtà.

Un solo gol segnato in 11 partite, 4 panchine nelle 5 gare di dicembre, appena 408 minuti giocati complessivamente. Le scelte dell’allenatore sono state spesso indirizzate verso Manconi, Strizzolo e Falcinelli, lo dice la cronaca di questo girone d’andata e dunque il tema tecnico è sicuramente un fattore. E così, come un gennaio fa, il Pisa torna a chiedere informazioni. Nel mercato di riparazione del 2023, i toscani si erano fatti avanti con una offerta che non aveva soddisfatto i canarini (poco più di 2 milioni a fronte dei circa 4, comprendenti di bonus vari, chiesti dal Modena), un anno dopo certe condizioni sono cambiate, ma resta da capire quanto il Modena pensi realmente a privarsi di Bonfanti, sicuramente non in modo definitivo. Sarà argomento intenso di gennaio, anche perché Vaira qualcosa in attacco vorrà e dovrà fare per rinforzare il reparto. Nel frattempo, a margine, i canarini riaccolgono Nicola Mosti, rientrato dal prestito alla Virtus Entella per approdare alla Juve Stabia.

Restano aperti i dialoghi con la Juventus per acquisire definitivamente il cartellino di Riccio anche se il suo procuratore, Giuseppe Galli, ha rilanciato dichiarando di non sapere se fine stagione resterà ancora in Emilia. Cittadini appare più una bella suggestione, Corrado inizia ad avere molta concorrenza ma il Modena è vigile e non ha solo lui segnato sul taccuino. Oggi, la squadra riprendere ufficialmente la preparazione in vista della prima dell’anno al Braglia con il Brescia il 13 gennaio. Allenamento pomeridiano allo Zelocchi, in totale saranno dieci le sedute da qui al primo di quattro scontri diretti di questo gennaio (Brescia, Palermo, Parma e Sampdoria) nei quali il Modena ritroverà a pieno regime Fabio Gerli, forse il vero rinforzo di gennaio già presente in rosa.

Alessandro Troncone