Messa in sicurezza degli argini: vietato transito ciclopedonale per tre chilometri

Il sindaco Casari: "Le problematiche emerse riguardano una frana". A Cavezzo, invece, dai controlli non è stata rilevata alcuna criticità

Messa in sicurezza degli argini: vietato transito ciclopedonale per tre chilometri
Messa in sicurezza degli argini: vietato transito ciclopedonale per tre chilometri

SAN POSSIDONIO

Continuano le operazioni di messa in sicurezza dei tratti arginali lungo l’asta del fiume Secchia a valle di Modena. Momentaneamente le autorità fatto divieto al transito e passaggio sul tratto arginale che va dallo stante 218 allo stante 243. Sono circa 3 chilometri da Ponte Pioppa, in territorio del comune di San Possidonio, fin verso il confine con Concordia. Qui Aipo ha comunicato alle amministrazioni competenti che verranno effettuati lavori compresi nel prospetto riepilogativo degli interventi di messa in sicurezza finalizzati alla tutela della pubblica e privata incolumità decisi dal Commissario Straordinario Generale Figliuolo, che con propria Ordinanza ha disposto gli interventi di ricostruzione, di ripristino e di riparazione più urgenti ed il finanziamento del piano degli interventi di difesa idraulica. "Le problematiche emerse riguardano una frana - fa sapere il sindaco di San Possidonio Carlo Casari – segnalata dai volontari della Protezione Civile di Concordia che dalla sommità non si nota molto, ma ben visibile dalla sponda opposta". A seguito delle operazioni e movimentazioni di mezzi dovuti al cantiere della ditta appaltatrice, precauzionalmente il transito sull’argine sarà vietato alla cittadinanza. Nulla di critico, invece, è stato rilevato dalla ventina di volontari della Protezione Civile di Cavezzo che lo scorso 28 dicembre hanno effettuato un analogo monitoraggio degli argini presenti sull’asta Secchia nel proprio territorio comunale. "Dai sopralluoghi – fa sapere il vicesindaco con delega alla Protezione Civile Gianni Sgarbi – non sono emerse criticità".

Alberto Greco