Mutina Boica, la storia vista dal vivo Un Festival eco che punta al record

Al parco Ferrari dal 7 al 10 rievocazioni, musica, cibo e laboratori. "Per i più piccoli un villaggio gallico"

Mutina Boica, la storia vista dal vivo  Un Festival eco che punta al record

Mutina Boica, la storia vista dal vivo Un Festival eco che punta al record

di Stefano Luppi

"Per l’edizione numero 14 del festival di rievocazione storica Mutina Boica – spiegano gli organizzatori Andrea Ferretti, Fabio Ferretti e Pietro Comeri – ci attendiamo conferme dell’exploit dell’anno scorso. Nel 2022 calcolammo al parco Ferrari, per la manifestazione gratuita, circa 50mila presenze in quattro giornate". Ieri è stato svelato il programma di Mutina Boica, organizzato dalla associazione Crono Eventi con il patrocinio di Comune, Regione e altri, che si svolge al parco Ferrari con accesso gratuito da via Emilia nelle giornate tra il 7 e il 10 settembre. Il cartellone con 40 eventi (e 15 punti ristoro) quest’anno ha per sottotitolo ’Il mondo in fiamme’ ed è aperto ad appassionati di battaglie e momenti storici ricostruiti filologicamente e resi accessibili al pubblico attraverso la partecipazione di 300 figuranti. "Tra le novità dell’anno –proseguono gli organizzatori – c’è il progetto ‘Il cammino del piccolo guerriero’, vero e proprio villaggio gallico per i più piccini, accompagnati tra giochi, teatro e laboratori in un viaggio verso la maturità che vedrà la partecipazione di oltre 20 bambini provenienti dal teatro di guerra in Ucraina grazie a una partnership con l’associazione Porta Aperta. Avremo anche l’appuntamento scientifico con la tavola rotonda ‘Dalla storia al racconto: le strade per narrare il passato’ per catapultare il pubblico nella storia attraverso il romanzo, il fumetto, la rievocazione". Prevista anche la rievocazione ’102 a.C. Le Gallie in fiamme’ sulla battaglia che Roma sostenne contro i Cimbri e i Teutoni insieme a tanta musica e teatro: si esibiranno gli Almantes, Daniele Mammarella, i Daridel, i Corte di Lunas e i Drunkes Sailors mentre sulla scena vedremo Le Baccanti e gli attori del teatro storico d’azione. "Mutina Boica – spiega l’assessore alla cultura Andrea Bortolamasi – è un appuntamento consolidato che apre i tre mesi più intensi per i festival cittadini" mentre l’assessore all’ambiente Alessandra Filippi ricorda gli importanti risultati ecologici della manifestazione: "Mutina Boica è importante per la plastic free e il contenimento dei rifiuti monouso, percorso iniziato nel 2019 e che ha portato nella scorsa edizione a produrre appena 31 chili di plastica, lo 0,6% rispetto al totale dei rifiuti prodotti che si unisce al 3,5% di rifiuti indifferenziati complessivi prodotti. Sarà inoltre replicata la scelta di non stampare materiali cartacei, iniziata nel 2022, che ha portato a oltre 20mila visualizzazioni del sito nei giorni dell’evento".