Negrini, la Casa del centrodestra. Aperto il comitato in piazza XX: "C’è tanta voglia di voltare pagina"

Il candidato sindaco ha inaugurato insieme alla coalizione il quartiere generale della campagna. Toni più istituzionali: "Non tutto è sbagliato, ma c’è molto da migliorare. Nella civica persone non di partito".

Negrini, la Casa del centrodestra. Aperto il comitato in piazza XX: "C’è tanta voglia di voltare pagina"

Il centrodestra al completo nel corso dell’inaugurazione della sede elettorale del centrodestra

"Nella lista civica ci saranno anche personalità che non hanno mai votato centrodestra in passato e che dopo 80 anni ritengono che l’aria a Modena debba cambiare". Inaugurata ieri mattina in Piazza XX settembre la sede del comitato elettorale di Luca Negrini, la ’casa del centrodestra’: Fd’I, Forza Italia, Lega, Noi Moderati, Unione di centro, la lista ’Luca Negrini sindaco’. È la prima volta che il centrodestra si riunisce in un comitato elettorale con una sede per le amministrartive. "Abbiamo scelto come luogo una delle piazza più belle, e per troppi anni trascurata", ha esordito il candidato sindaco.

Il quale sta evidentemente coltivando un profilo più istituzionale rispetto all’approccio barricadiero del segretario di partito: "Occorre un cambio di guida per questa città: non tutto quello che è stato fatto è da buttar via, ma c’è tanto da migliorare. Soprattutto vogliamo scrivere a più mani il programma per proporre quello che vogliamo fare noi, non sottolineare quello che non hanno fatto loro".

Accanto a Negrini tra gli altri il presidente provinciale di Forza Italia Piergiulio Giacobazzi ("il nostro programma punterà molto sulla sanità", annuncia), Francesco Coppi (coordinatore regionale di Noi Moderati), la segretaria della Lega Caterina Bedostri, il presidente provinciale di Fratelli d’Italia Ferdinando Pulitanò: "Spero che la visita del candidato sindaco del centro sinistra Mezzetti sia anche un messaggio distensivo nei modi e nei toni di questa campagna elettorale: non come avvenuto di recente (il riferimento è al sindaco Muzzarelli ndr) che come in altre stagioni di tensione che preferiremmo tutti archiviare evoca mandanti dietro gesti come nell’incendio della caserma della polizia locale di Mirandola".

Il centrodestra "questa volta è unito come non mai", dà la carica Francesco Coppi, mentre Bedostri della Lega rimarca come "cercheremo di infondere il nostro coraggio a tutti quei cittadini che hanno voglia di mettersi in gioco per provare a cambiare la storia di Modena".