Per ascoltare le donne. Ecco la stanza in rosa

Pavullo, lo spazio è stato ricavato nella caserma dei carabinieri. Servirà per accogliere le denunce di chi subisce violenze o maltrattamenti.

Per ascoltare le donne. Ecco la stanza in rosa
Per ascoltare le donne. Ecco la stanza in rosa

E’ stata inaugurata giovedì scorso, presso la caserma dei Carabinieri di Pavullo, la quarta ‘stanza rosa’ della provincia di Modena, un ambiente - a disposizione di tutta la montagna - dedicato ad accogliere e dare ascolto a donne e minori vittime di violenza.

Chiunque si trovi in un momento di difficoltà e necessiti di un confronto con le forze dell’ordine, avrà ora la possibilità di farlo in uno spazio predisposto ‘ad hoc’, confortevole, caloroso e rilassante, allestito in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Pavullo. In occasione dell’inaugurazione, erano presenti il colonnello Antonio Caterino, comandante provinciale dei carabinieri di Modena ed il presidente della Provincia Fabio Braglia, che hanno sottolineato come all’importanza del potenziamento dei servizi in montagna si abbinino importanti collaborazioni con i comuni e con i servizi sociali dell’Unione (rappresentati giovedì dalle responsabili del Frignano Marina Marti e Giulia Morini), il tutto nell’ottica di fornire una risposta rapida ed efficiente alle necessità dei cittadini. Il progetto è stato tenacemente promosso dal capitano Alberto Giordano, comandante di compagnia, e Maresciallo Angelo De Simoni, comandante di stazione. Il sindaco Davide Venturelli, presente assieme agli assessori Alice Sargenti e Massimo Vallicelli, ha ringraziato i militari per l’ottima collaborazione messa in campo e rimarcato l’importanza di predisporre una accoglienza ‘su misura’ studiata da tutte le parti coinvolte nei minimi dettagli. Complimenti sono arrivati anche dal prefetto Alessandra Camporota, collegata in diretta per assistere all’inaugurazione. r.p.