Piazza Matteotti,. Lega: "Chiosco inadeguato"

Lega Modena esprime solidarietà al sindacato della polizia locale e critica la Giunta per la mancanza di un progetto complessivo di sicurezza e per l'inadeguatezza della struttura del presidio di Piazza Matteotti. Richiama la Giunta al suo dovere di affrontare la questione sicurezza in modo serio.

Piazza Matteotti,. Lega: "Chiosco inadeguato"
Piazza Matteotti,. Lega: "Chiosco inadeguato"

A seguito della recente aggressione avvenuta ai danni degli agenti della Polizia locale presso il nuovo presidio di Piazza Matteotti, il gruppo Consiliare di Lega Modena intende esprimere "il proprio sostegno al sindacato della polizia locale (SIULP), facendo altresì proprie le perplessità manifestate dagli operatori impiegati nel nuovo importante sevizio di vigilanza".

"Ciò che è accaduto – dichiara il capogruppo Giovanni Bertoldi (nella foto) – nasce dalla sostanziale mancanza di un progetto complessivo, di un coordinamento con le altre forze dell’ordine e dall’inadeguatezza della struttura priva di vetri antiproiettile e antisfondamento. Restiamo allibiti nel vedere che la Giunta non abbia compreso con chi ha a che fare: parliamo di delinquenti perlopiù stranieri, spesso armati di coltello, raggruppati in bande numerose e molto violente. Individui che non hanno nulla da perdere e che sanno di poter contare su una sostanziale impunità. Questa volta è andata relativamente bene perché l’aggressore era un singolo ubriaco, ma se fossero, invece, state più persone? Cosa si sarebbe rischiato? Un imponderabile atto di maggior violenza?".

Proprio per questo, Lega Modena intende "richiamare la Giunta al suo preciso dovere di affrontare la questione sicurezza in modo serio e non con inutili e fallimentari iniziative propagandistiche quali ad esempio i presidi di polizia a tempo presso stazione delle corriere, Errenord, zona Tempio e Parco XXII Aprile. Non è, infatti, più l’epoca di soluzioni estemporanee, né di azioni senza una visione precisa: anche un’edicola riadattata in modo inadeguato, incapace di assicurare una adeguata tutela all’incolumità di agenti e volontari, può trasformarsi in un problema invece che in un’opportunità".