Rabbia alla stazione piccola Dà fuoco all’auto nell’area di sosta Residenti in strada per lo spavento

Le testimonianze: "L’uomo girava con una bottiglia e una mazza da baseball. Situazione ormai insostenibile"

di Valentina Reggiani

"E’ stato un bello spavento e siamo scesi tutti in strada. Abbiamo sentito un’esplosione dopo l’altra e proprio accanto al nostro camper. Il proprietario del mezzo in fiamme ha ammesso di aver dato fuoco, forse accidentalmente, alla propria auto. Aveva una tanica da benzina e una mazza da baseball. Qua la situazione è al limite". E’ lo sfogo della giornalista Giada Chiari, una delle residenti di via Gobetti dove, martedì sera intorno alle 22.30 i cittadini sono rimasti letteralmente "pietrificati" dalla paura a causa di una improvvisa esplosione.

Un boato legato al rogo di un’auto, una Focus, parcheggiata nell’area di sosta situata accanto alla Stazione Piccola. "Era una serata tranquilla poi, all’improvviso, il boato: ci siamo affacciati alla finestra e siamo scesi in strada perché le esplosioni continuavano e inizialmente si temeva che il rogo avesse invaso più mezzi. A tutti i residenti è preso il panico e pompieri e polizia sono arrivati subito. C’era un’auto, nel centro del parcheggio, completamente in fiamme. A pochissimi metri c’era il mio camper e altre auto parcheggiate. Parliamo di una zona residenziale e poteva passare qualcuno in quel momento: è stata una situazione pericolosa. Si vede poi questa persona aggirarsi con una bottiglia in mano – sottolinea Chiari – subito fermata e sentita dalla polizia. Subito dopo sono arrivati gli agenti della polizia locale che si è occupata della situazione. Di questa persona non si sa nulla – afferma Giada Chiari – nessuno ha voluto dirci nulla per la ‘sua’ privacy eppure noi da anni denunciamo una situazione di degrado allucinante della stazione piccola e del parcheggio, mal frequentato. Le persone qua ci fanno di tutto, dagli incontri alla droga e ci sono persone che dormono in macchina, altre che si intrufolano in stazione passando dalla rete. Eppure nessuno fa niente per sistemare la situazione e almeno rimuovere le macchine distrutte. Se il mio camper esplodeva a me chi rimborsava? E questa persona chi è? Lui ha ammesso di aver dato fuoco all’auto e dentro c’era una mazza da baseball e la tanica di benzina". Non si esclude che il proprietario del mezzo dormisse all’interno della vettura. Ora gli accertamenti sull’episodio sono in corso