"Rifiuti, il nuovo sistema? Scelto dal Pd"

Menani replica agli attacchi Dem: "Polemiche sterili e pretestuose". E intanto dilaga la migrazione del pattume a Casalgrande

"Rifiuti, il nuovo sistema? Scelto dal Pd"

"Rifiuti, il nuovo sistema? Scelto dal Pd"

"Dovrei essere stupito, ma la doppia faccia di un partito che a Modena, dove governa, dice una cosa mentre a Sassuolo, dove è all’opposizione, afferma il contrario, non mi stupisce più". Così il sindaco di Sassuolo sulla questione del porta a porta, in ordine alla quale è stato duramente criticato dal Pd cittadino. Gian Francesco Menani registra come le critiche mosse al sindaco di Modena, sostenuto da una maggioranza di centrosinistra, siano molto più blande di quelle che gli ha rivolto il pd sassolese, e ricorda che "il sistema porta a porta misto è stato scelto da una Giunta a trazione pd". L’opposizione ha rimarcato "l’assenza della Giunta sul problema, e la sua latitanza nell’informare i cittadini", definendo Menani "incapace di governare la transizione" e lamentando "l’inutilità di un sindaco che non governa i processi, ma li subisce", e la risposta di Menani non si è fatta attendere. "Il Partito Democratico – la replica – continua a spacciare menzogne per verità. Gli incontri con la cittadinanza, per illustrare il nuovo sistema, li abbiamo fatti e sono stati molto partecipati. Quanto al subire il cambiamento – aggiunge Menani – in realtà abbiamo subito il contratto ed il sistema di raccolta e lo abbiamo subito a causa di una scelta scellerata fatta quando il Pd governava la città, ora al contrario stiamo cercando di governare il cambiamento, con correzioni sul campo che puntano a migliorarlo". L’Amministrazione è infatti in contatto costante con Hera al fine di migliorare il sistema e qualcosa, in ordine al potenziamento del servizio, dalla multiutility, avrebbe ottenuto – aumento delle squadre di raccolta, al lavoro già dalle 5 del mattino – e "i fatti daranno presto risultati. Quelle del partito democratico – chiude Menani – sono polemiche sterili, cui la nostra amministrazione preferisce, appunto, i fatti". Polemiche alle quali se ne aggiunge un’altra, non necessariamente sterile, che arriva da oltresecchia. Il sindaco di Casalgrande Giuseppe Daviddi segnala infatti l’aumento del fenomeno della cosiddetta ‘migrazione dei rifiuti’ con la cittadina reggiana, dove il porta a porta non è ancora in vigore, trasformata in una ‘discarica dall’inciviltà di quanti, dai comuni limitrofi, conferiscono i loro rifiuti nei nostri cassonetti: questo fenomeno è in aumento, soprattutto dopo l’introduzione del sistema porta a porta a Sassuolo e Scandiano l’anno scorso".

Stefano Fogliani