Scintille nel centrosinistra: "Maggioranza sbilanciata sul Pd. Muzzarelli, stai sbagliando"

L’alleanza Verdi Sinistra bacchetta il sindaco sulla futura composizione del Consiglio comunale "L’equilibrio e la pluralità sono una ricchezza: no a tentazioni autoreferenziali o egemoniche" .

Scintille nel centrosinistra: "Maggioranza sbilanciata sul Pd. Muzzarelli, stai sbagliando"

L’alleanza Verdi Sinistra bacchetta il sindaco sulla futura composizione del Consiglio comunale "L’equilibrio e la pluralità sono una ricchezza: no a tentazioni autoreferenziali o egemoniche" .

"Il richiamo di Muzzarelli a garantire una maggioranza autosufficiente e inevitabilmente autoreferenziale è incomprensibile: per noi un Consiglio Comunale equilibrato è una risorsa per la città". L’alleanza Verdi sinistra bacchetta il sindaco a proposito del suo messaggio reiterato in ogni sede a fare in modo che alle amministrative i cittadini votino il Partito democratico, così da avere, in caso di vittoria, i fatidici 16-17 consiglieri necessari a far passare più o meno in carrozza i progetti ritenuti più importanti, senza il timore di cadere nelle eventuali imboscate degli alleati.

"Da mesi – fa presente Paolo Silingardi (nella foto) di Avs – stiamo lavorando per costruire una maggioranza credibile, equilibrata, coesa. Una maggioranza che possa proporre un progetto politico chiaro agli elettori modenesi, che garantisca esperienza di governo, visione del futuro, capacità di innovare e di portare discontinuità". Siamo, prosegue, "alle battute finali per la chiusura del programma elettorale, un programma in cui siano più i punti convergenti, di quelli in cui si marcano differenze. Ma sappiamo tutti che, se vinceremo le elezioni, il programma dovrà poi essere gestito dando priorità e trovando le risorse economiche, con il sostegno del prossimo Consiglio Comunale".

In questo quadro "ci risulta difficile capire il richiamo più volte espresso da Muzzarelli per garantire una maggioranza autosufficiente, e inevitabilmente autoreferenziale, al suo partito. Per carità, la competizione interna alla coalizione è lecita e direi anche doverosa. Ma un punto deve essere chiaro: per noi un Consiglio comunale equilibrato è una risorsa per la città, un’opportunità per la politica, oltre che la condizione ideale per tradurre in pratica il programma elettorale".

Da parte nostra, "come Europa Verde, Sinistra Italiana, Sinistra per Modena, abbiamo deciso di interrompere una storia di frammentazione a sinistra, aprendoci alle reti civiche, per costruire una proposta forte e per portare in Consiglio Comunale un gruppo numeroso, capace di rappresentare tante anime della società civile, dando agli elettori una opportunità concreta di sostenere Massimo Mezzetti".

La campagna elettorale è appena partita, conclude Silingardi, "ed è tutt’altro che vinta. Dobbiamo lavorare insieme per convincere l’elettorato della nostra proposta, temiamo non ci siano più rendite di posizione. La necessità di cambiare strategie su tanti temi come lavoro, dignità, convivenza, qualità ambientale e servizi richiede un impegno collettivo unitario. In questo quadro non vediamo spazi per l’egemonia, ma per la pluralità di competenze e la capacità di ascolto. Crediamo vivamente che questo approccio sia condiviso da tutta la coalizione".