Scorre un torrente di luce È la festa di Fiumalbo

Si celebra San Bartolomeo con la processione e migliaia di lumi galleggianti: il fiume viene illuminato da un suggestivo "effetto lava".

Scorre un torrente di luce  È la festa di Fiumalbo
Scorre un torrente di luce È la festa di Fiumalbo

Si terrà questa sera (mercoledì) e domani la festa patronale di san Bartolomeo a Fiumalbo, una delle più note dell’intero Appennino, con una tradizione millenaria, resa altamente suggestiva dall’illuminazione a lumini che accentuano le caratteristiche storiche di stile medievale mantenute dal borgo e richiama migliaia di visitatori. Il programma prevede alle 19.30 l’accensione delle luminarie, alle 21 i vespri del Santo e quindi la solenne Processione per le vie del paese, con spettacolo pirotecnico alle 22.30. Domani, 24 agosto, fiera patronale tutto il giorno, con Messa alle ore 11 in Duomo con autorità civili e religiose, Alle 20.30 chiusura con al tombola in piazza. La festa è famosa per la processione del 23 quando, spente tutte le luci, le migliaia di persone che intervenivano per l’occasione si immergono in un riverbero affascinante che fa da corona alla solenne processione per le vie del paese. Anche il fiume viene illuminato sulle rive e sui sassi affioranti da migliaia e migliaia di lumini, facendolo somigliare più ad un fiume di lava che ad un torrente. ‘Per noi Fiumalbini –dicono i paesani con orgoglio- è un momento magico, ma pure tanto atteso dai villeggianti e dai comuni limitrofi, e non solo...’ La processione è inoltre nota per le due antiche confraternite fiumalbine dei Bianchi e dei Rossi, costituite 5 secoli fa, con oltre un centinaio di paesani nei tradizionali costumi ed un’antica cordiale rivalità su chi presenta il maggior numero di confratelli in costume. In totale si superano le 150 unità, alcuni giovanissimi che prolungano la tradizione coi loro tradizionali costumi e stendardi conservati da mezzo millennio. Infatti la Confraternita del Santissimo Sacramento fu fondata nel 1508, poco dopo nel 1516 fu fondata quella dell’Immacolata Concezione, entrambe denominati Rossi e Bianchi dal colore dei mantelli, caratterizzeranno religiosamente la solenne processione. Da qualche anno, è di nuovo presente anche la Confraternita dell’Addolorata ai piedi della croce, una Confraternita femminile che ha come obiettivo la preghiera e le opere di carità. Interverranno rappresentanza di confratelli anche da Pievepelago e Riolunato.

g. p.