Sorpresa: il nome preferito è Maletti . Il sondaggio che sta turbando i Dem

In classifica primeggia la consigliera regionale, che ora ha un bonus da giocarsi

Sorpresa: il nome preferito è Maletti . Il sondaggio che sta turbando i Dem
Sorpresa: il nome preferito è Maletti . Il sondaggio che sta turbando i Dem

Uno dei risultati del sondaggio di Umberto Costantini sta scuotendo il partito. Alla domanda di Quorum su ’quale tra questi sarebbe il suo candidato sindaco preferito alle primarie del centrosinistra?’ la fetta più grossa del campione (802 intervistati suddivisi per età, sesso, titolo di studio, orientamento centrosinistra) ha indicato Francesca Maletti. L’attuale consigliera regionale ha raccolto il 21 per cento del totale, superando Davide Baruffi (20 per cento), Giulio Guerzoni (18 per cento), Umberto Costantini (9%), Andrea Bortolamasi (8%), Andrea Bosi (8%), Diego Lenzini (7%), Massimo Mezzetti (5%), Paolo Cavicchioli (4%).

La classifica, sempre considerando che si sta parlando di un sondaggio, crea turbamenti sia perché mina molte convinzioni dei più, sia perché il ruolo di Maletti è una delle incognite di questa vigilia di campagna elettorale, considerando che lei non ha mai nascosto di prendere in considerazione la possibilità di tornare in piazza Grande, questa volta però nel ruolo di prima cittadina. C’è peraltro chi sostiene che in realtà si è collocata tra gli otto non tanto per candidarsi direttamente, ma per poter meglio controllare dall’interno la situazione e far convergere al momento buono i propri consensi sul nome prescelto (Lenzini, Ferrari o anche Guerzoni e Bosi per dire).

Per ora l’interessata non scopre le carte. Di certo tuttavia l’esito del sondaggio accende nuovamente un faro su di lei. Fatalmente rinvigorisce chi vorrebbe rilanciarne la candidatura e ricorda che anche quest’estate in un altro sondaggio l’ex assessora comunale alle Politiche sociali risultava la più nota tra i candidati indicati.

Difficile capire se Maletti deciderà di far valere questo bonus ricordando che nei 14 circoli il suo nome è emerso nella prima fascia dei menzionati accanto agli altri tre (Bortolamasi, Guerzoni e Lenzini). Oppure anche giocarselo in prospettiva quando si dovranno decidere per esempio futuri assetti in Regione. Non sarà facile in ogni caso per un cattolico (e questo vale anche per Lenzini) contendere ai ’compagni’ la candidatura a sindaco di Modena città. Solitamente in questi casi, come fa notare qualcuno, gli ex Ds sentono il richiamo della foresta e si compattano.

g.a.