Statale Sud, troppi incidenti. Un velox a San Giacomo Roncole

Mirandola, la decisione del Comune che ha monitorato per 2 anni il tratto: 8 veicoli su 10 non rispettano i limiti.

Statale Sud, troppi incidenti. Un velox a San Giacomo Roncole
Statale Sud, troppi incidenti. Un velox a San Giacomo Roncole

Mirandola cerca di mettere un freno per contrastare le frequenti violazioni al limite di velocità lungo le strade di attraversamento dei centri abitati. Il caso più eclatante è quello di San Giacomo Roncole, la frazione ai lati della via Statale Sud (Abetone – Brennero) che precede l’importante polo industriale biomedicale sulla direttrice da Modena al capoluogo. Negli ultimi 9 anni – secondo i dati forniti all’amministrazione comunale dalla Polizia Locale – sono stati ben 95 gli incidenti stradali registrati su questo tratto, con un bilancio dalle conseguenze davvero preoccupanti: 60 persone ferite, 6 delle quali con 45 giorni di prognosi o in gravi condizioni. Non di minor portata i danni materiali e i conseguenti disagi alla circolazione, poiché si parla di un tratto ad alta intensità di traffico, frequentato da numerosi lavoratori, studenti e impiegato per il trasporto merci diretto alle autostrade. Così a partire dall’ottobre 2021, più di due anni fa, l’amministrazione ha avviato un percorso di monitoraggio dell’area in questione constatando come addirittura l’84% dei veicoli in transito non abbia rispettato il limite imposto di 50 chilometri orari. I casi più eclatanti riscontrati furono un’autovettura colta a passare a 122 km/h, una moto a 124 km/h e, addirittura, un camion con rimorchio a 95 km/h. L’amministrazione comunale ha pertanto scelto di intervenire con massima severità nei confronti della guida spericolata e di chiunque scelga di percorrere le strada esponendo sé stesso e chi incontra sul percorso della propria marcia a pericoli. "Quando come amministrazione parliamo di sicurezza del territorio non possiamo non annoverare quella relativa alle strade – commenta l’assessore competente Roberto Lodi (nella foto) –. I dati riportatici dalla Polizia Locale sono preoccupanti e meritavano un intervento solerte: a ciò vanno aggiunte le comprensibili preoccupazioni esposte dai residenti a più riprese che meritavano una risposta concreta e tangibile da parte di questa Giunta". Contestualmente è stata avviata la procedura di interdecreto prefettizio per avere l’autorizzazione ad installare un rilevatore di velocità, autorizzazione pervenuta pochi giorni fa. Concluse le procedure formali necessarie, a partire dal nuovo anno, da 1 gennaio 2024, sarà acceso il "velox" in via sperimentale ed a tempo determinato.

Alberto Greco