Valsa Group tira un sospiro di sollievo. Cisterna battuta, riagganciati i playoff

Partita mai in discussione, errori ridotti al minimo. Nella prima parte del match domina Juantorena, Davyskiba chiude

Valsa Group tira un sospiro di sollievo. Cisterna battuta, riagganciati i playoff
Valsa Group tira un sospiro di sollievo. Cisterna battuta, riagganciati i playoff

È la boccata d’ossigeno che Modena aspettava da tempo, il primo 3-0 stagionale che in un colpo solo restituisce ai gialloblù sia l’ottavo posto sia una vittoria al PalaPanini che mancava addirittura da due mesi, dal 3-1 inferto alla capolista Trento. Con una prestazione straordinaria per efficienza (soltanto 13 errori in 3 set) e per atteggiamento in difesa, Bruno e compagni hanno strapazzato una Cisterna confusa, annichilita da metà primo set e incapace di trovare soluzioni diverse alla giornata negativa del proprio bomber, Theo Faure. Di contro Modena, che Alberto Giuliani ha schierato con la formazione oggi più affidabile, quella senza Sapozhkov e coi tre schiacciatori, ha viaggiato su ritmi altissimi fin dagli scambi iniziali, riuscendo a imprimere un’accelerata, la prima sul 13-13, che di fatto ha poi segnato tutto il match. Facendo correre molto Baranowicz e imbrigliando tutte le soluzioni d’attacco a Theo Faure, il top scorer del campionato che ha chiuso il match col 10% di efficienza, la Valsa Group ha dimostrato di aver preparato il match con attenzione, affidandosi poi a Juantorena per i primi trenta minuti e a Davyskiba per il resto del match nel chiudere i contrattacchi e i palloni difficili. Una menzione a parte va a Riccardo Gollini: non era semplice affrontare questa partita da dentro fuori sapendo di non avere alternative, il giovane modenese ha giocato con la testa alta, tenendo in piedi una serie di difese e coperture mai banali. Ora, conquistato l’ottavo posto a pari punti con Cisterna ma davanti per partite vinte, Modena deve cercare la fuga già mercoledì, nel match di San Valentino che la vedrà opposta a Taranto di nuovo al PalaPanini, mentre i laziali faranno visita a Perugia.

La partita. Con Modena in campo con Davyskiba opposto e Sanguinetti e Brehme al centro, l’accelerazione arriva dal 13-13, quando due straordinarie rigiocate di Juantorena e la pipe di Rinaldi, assieme a un’invasione di Faure, danno il 17-13 alla squadra di Giuliani. Il primo set di Juantorena è qualcosa di monumentale, arriva anche il 19-14 a firma Davyskiba. Sul servizio di Brehme Modena vola 23-16 con anche un ace. La chiusura è sul 25-18. Ancora Juantorena e Rinaldi segnano l’11-8 nel secondo ma la rottura in favore di Modena è prolungata: 14-8 con anche un ace di Bruno e di nuovo uno strepitoso Juantorena. L’ace di Rinaldi vale il 20-12, chiude Sanguinetti ancora 25-18. Nel terzo è Davyskiba che domina la rete con colpi tutti diversi e tutti vincenti. Peric spara out il 21-18, Cisterna si arrende: chiude Sapozhkov entrato per il doppio cambio sul 25-21.

Alessandro Trebbi