Calci e pugni alla compagna: arrestato a Modena

In totale tre misure cautelari a uomini violenti tra Carpi e Pavullo. Oltre all’arresto anche due allontanamenti dalla casa familiare con divieto di avvicinamento

Misure cautelari dei carabinieri a uomini violenti a Modena

Misure cautelari dei carabinieri a uomini violenti a Modena.

Modena, 22 marzo – Tre misure cautelari applicate in un solo giorno dai carabinieri nel Modenese contro la violenza di genere. Come spiega la procura di Modena, i militari dell’Arma a Carpi hanno arrestato un 36enne originario del Marocco per atti persecutori e rapina: dal luglio dello scorso anno avrebbe avuto condotte violente contro la compagna e la notte di Capodanno l’avrebbe colpita con calci e pugni fino al mattino dopo averle sottratto il telefono cellulare. L’uomo per raggiungere la vittima, secondo le indagini, avrebbe anche sfondato al porta della stanza dove si era rifugiata.

Sempre a Carpi un 36enne è stato destinatario di allontanamento dalla casa familiare e anche del divieto di avvicinamento: per due anni avrebbe usato violenza sulla convivente, sputandole addosso ed ingiuriandola anche davanti ai figli minori.

Infine, a Pavullo: allontanato dalla casa familiare, con divieto di avvicinamento, anche un 55enne originario del Marocco. Dal luglio dello scorso anno l’uomo avrebbe maltrattato la ex coniuge convivente, la donna aveva ottenuto il divorzio dopo 20 anni di matrimonio. Ma l’uomo si era rifiutato di cambiare abitazione. La donna, secondo le indagini, era stata minacciata di morte e picchiata dall’indagato in più occasioni, compreso un tentativo di strangolamento.