Riscaldamento 2023, quando si possono accendere i termosifoni a Pesaro: date e orari

E’ possibile attivare i caloriferi per tutti i comuni che rientrano nella fascia D. Date e orari

Si accendono i termosifoni, date e orari
Si accendono i termosifoni, date e orari

Pesaro, 02 novembre 2023 - Fino a domenica scorsa le temperature ancora oscillavano tra i 20 gradi e i 25 gradi, ma da lunedì si sono abbassate lievemente, poi sempre di più, fino ad Halloween. Da ieri, 1 novembre, il termometro ha registrato un considerevole abbassamento. E proprio da ieri, caso fortuito, a Pesaro è possibile accendere i termosifoni. 

Secondo il DPR 74/2013, infatti, tutti i Comuni che rientrano nella fascia D (Pesaro inclusa) hanno la possibilità di far partire i riscaldamenti dal 1 novembre fino al 15 aprile, per 12 ore al giorno.

Maltempo e tempeste in arrivo

Ovviamente, da questi limiti, sono esclusi gli edifici adibiti a ospedali, cliniche o case di cura, nonché le strutture protette per l'assistenza ed il recupero dei tossico-dipendenti e di altri soggetti affidati a servizi sociali pubblici.

Quindi, ci si potrebbe già mettere seduti vicino al termosifone, anche se ancora, per sentire caldo, basta aprire la finestra e godersi il tepore autunnale.

Autunno troppo caldo, Rimini posticipa l’accensione

Fasce E e D nelle Marche

Urbino e tutti i suoi comuni, e una larga parte dei comuni che si trovano nell'Anconetano, Ascolano; Fermano e Maceratese, ma non i capoluoghi di provincia corrispondenti, rientrano nella fascia E (tra 2101 e 3000 gradi-giorno). La città di Pesaro e i capoluoghi di provincia di Ancona, Ascoli-Piceno; Fermo e Macerata e il resto dei comuni che si trovano in queste province rientrano, invece, nella fascia D (tra 1401 e 2100 gradi-giorno).

I comuni in fascia E

La città di Urbino e tutti i suoi comuni.- Nella provincia di Ancona: i comuni di Acervia, Castelpanio, Cerreto d'Esi, Cupramontana, Fabriano, Genga, Maiolati Spontini, Mergo e Monsano. - In provincia di Ascoli-Piceno: i comuni di Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Castignano, Comunanza, Cossignano, Force, Montalto delle Marche, Montedinove, Montefiore dell'Aso, Montegallo, Montemonaco, Palmiano, Ripatransone, Rotella, Venarotta. - In provincia di Fermo: i comuni di Amandola, Falerone, Monte Rinaldo, Monte Falcone Appennino, Montefortino, Montegiorgio, Monteleone di Fermo, Montelparo, Monterubbiano, Moresco, Santa Vittoria in Matenano, Servigliano, Smerillo.- In provincia di Macerata: i comuni di Apiro, Bolognola, Camerino, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Cingoli, Colmurano, Esanatoglia, Fiastra, Fulminata, Gagliole, Gualdo, Loro Piceno, Monte Cavallo, Monte San Martino, Muccia, Penna San Giovanni, Pieve Torina, Pioraco, Poggio San Vicino, Ripe San Ginesio, San Ginesio, Sant'Angelo in Pontano, Sarnano, Sefra, Serrapetrona, Serravalle di Chienti, Ussita, Valfornace, Visso.