Lungomare, progetti in fase di valutazione

Nominata la commissione di gara che li giudicherà. I lavori hanno un importo di 5 milioni di euro.

Lungomare,   progetti in fase  di valutazione
Lungomare, progetti in fase di valutazione

Riqualificazione e rigenerazione urbana del nuovo lungomare di Pinarella – Tagliata: è stata nominata la commissione di gara che dovrà concludere la valutazione delle offerte tecniche entro fine mese. Il termine per la presentazione delle offerte è scaduto il 27 luglio e per la procedura di appalto è stato scelto il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Ora si va verso l’approvazione del progetto definitivo. Finanziato dal Pnrr inizialmente con 5 milioni di euro, l’intervento pubblico atteso da tempo (a causa dell’aggiornamento della tabella prezzi per l’aumento del costo delle materie prime; il ricalcolo prevede un aumento dei costi di 500mila euro in più) è ora al rush finale.

L’area litoranea delle frazioni di Tagliata e Pinarella, comprendente il lungomare, la pineta e il viale Italia e necessita da tempo di un intervento che riqualifichi la zona, rendendone più agevole e gradevole la fruizione. L’intervento che si intende attuare rientra nelle strategie delineate dal PUG e l’intento è, infatti, quello di trasformare la località tenendo conto di molteplici aspetti che interessano l’ambito economico, sociale, culturale, ricreativo. Inoltre, per completare l’intervento, l’amministrazione comunale metterà sul piatto risorse proprie per riqualificare anche la vicina via Abruzzi rendono omogeneo il lavoro di restyling. Non manca quindi molto per avere una prima idea di come sarà il nuovo lungomare che, sin dall’inizio, per il quale sin dall’inizio erano stati fissati alcuni punti fermi in vista della preparazione dei diversi progetti: sugli stradelli non si potrà usare asfalto ma tali accessi di servizio potranno solo essere rinaturalizzati, mentre la pineta sarà il punto di forza da mantenere e valorizzare.

Inoltre, viale Italia, sarà parte integrante della riqualificazione anche per quanto riguarda le colonie abbandonate. La zona è certamente diversa rispetto a Cervia e Milano Marittima, dato che nella fascia è presente la pineta a ridosso della spiaggia la quale, turisticamente, resta molto interessante. Insomma, si continua ad investire per riqualificare le cartoline delle città inglobando nella riqualificazione, finalmente, anche Pinarella e Tagliata. Le due zone, infatti, pur essendo più ‘defilate’ rispetto al centro di Cervia e Milano Marittima, sono molto frequentate soprattutto da famiglie con bambini e anziani, proprio per la loro tranquillità e l’essere completamente immerse nella natura. La pineta, poi, è uno dei punti fermi delle due località che permettono di trovare un luogo rilassante a cui nessuno rinuncerebbe. Pare quindi che il ‘sogno’ del lungomare di Pinarella e Tagliata si avvicini sempre più a diventare realtà, aumentando l’appeal della località.

Ilaria Bedeschi