Mazzolani, porte aperte a ’Cervia Ti Amo’

Prove di intesa tra il candidato del centrodestra e la lista civica. "Edilizia, ambiente e gestione dei rifiuti tra i possibili temi comuni"

Mazzolani, porte aperte a ’Cervia Ti Amo’
Mazzolani, porte aperte a ’Cervia Ti Amo’

Un altro passo compiuto in vista delle elezioni amministrative di giugno. Dopo l’ufficializzazione della sua scesa in campo per la corsa alla carica di sindaco nell’ala di centrodestra, Massimo Mazzolani torna e lascia la porta aperta alla civica ‘Cervia Ti Amo’ che ancora non ha dichiarato quale candidato appoggerà con la sua lista. "Ho letto con grande interesse e attenzione quanto dichiarato dalla Lista Civica "Cervia Ti Amo" sulle prossime elezioni comunali. L’approccio ai temi della campagna elettorale mi pare comune, così come mi pare che anche la civica abbia guardato con pari interesse alle mie dichiarazioni. Il percorso deve essere quello dell’interesse della città e la trasversalità delle provenienze ed esperienze di ciascuno è centrale per poter individuare risposte corrette e utili alla nostra comunità – spiega Mazzolani –. Certamente sui temi di edilizia e urbanistica, sulle attività produttive, sull’ambiente, sulla gestione dei rifiuti ed Hera, sulle manutenzioni e il decoro, tutti temi di primaria rilevanza, ben si può dire che l’impostazione sia coincidente tra la mia proposta e quella della lista".

Porte aperte dunque "al dialogo con "Cervia Ti Amo" e a tutti i cittadini e a tutte le realtà imprenditoriali e del volontariato che si riconoscono in questa proposta". Tra i temi citati da Mazzolani appaiono lo sviluppo di un programma pluriennale in tema di decoro e manutenzioni opportunamente finanziato per intervenire dove necessario, sia sulle strade che sui marciapiedi che sugli ingressi alla città, un intervento sul Pug per concentrare l’attenzione sulla riqualificazione dell’esistente, per recuperare alla città aree ora abbandonate o semi abbandonate, come quelle delle colonie a Pinarella, a Tagliata e Milano Marittima. Per quanto riguarda Hera e la raccolta rifiuti ritiene sia necessario verificare la rispondenza dei servizi ai costi sostenuti dalla collettività e la bontà degli stessi, se sia cioè l’attuale sistema di raccolta porta a porta quello che meglio di altri è in grado di raggiungere obiettivi ambientali e di pulizia e decoro. Infine, uno dei temi condivisi, è quello relativo alla macchina comunale la quale dovrà essere sostenuta, implementata, esaltata nelle proprie funzioni e competenze, sfruttando al meglio le professionalità. Nel frattempo, dalla parte del centrosinistra, il candidato Pd Mattia Missiroli sta continuando il dialogo con il Pri – con quest’ultimo che rivendica un ruolo forte nella prossima legislatura in cambio dell’appoggio durante la corsa elettorale – mentre lo stesso Missiroli può contare sul sostegno della neonata lista civica ‘Per Cervia’, civica rappresentata da Gianni Grandu, presidente del Consiglio Comunale di Cervia, dei partiti Azione, Italia Viva e + Europa. Manca ancora tempo, quindi, per vedere scoperte tutte le carte in tavola considerando, soprattutto, che nel caso in cui Pri e Pd non trovassero un accordo l’Edera, come già dichiarato, correrà da sola – facendo salire dunque a 3 il numero dei candidati alla poltrona di sindaco – con Gabriele Armuzzi che attualmente ricopre la carica di vicesindaco.

Ilaria Bedeschi