Migranti al porto. Tutto pronto per l’arrivo dei 336 sulla nave ong

L’attracco in banchina è previsto per martedì attorno alle 15. Quindi verranno tutti trasferiti al Pala De André per visite e identificazione.

Migranti al porto. Tutto pronto per l’arrivo dei 336 sulla nave ong
Migranti al porto. Tutto pronto per l’arrivo dei 336 sulla nave ong

È tutto pronto per l’arrivo della nave di Medici Senza Frontiere ‘Geo Barents’ con 336 migranti a bordo previsto per martedì verso le 15. Ieri in mattinata ci sono stati due sopralluoghi alla banchina portuale Fosfitalia di via Baiona e al Pala De André. Dopo lo sbarco, infatti, i migranti saranno trasferiti con pulmini della Croce Rossa Italiana al palazzetto dello sport dove sono in via di allestimento sei laboratori sanitari per le visite mediche speditive e l’area tamponi covid19, spazi per le interviste dei mediatori culturali e dei Servizi Sociali del Comune, spazi per tutti gli adempimenti di polizia e fotosegnalamento, un’area ristoro e uno spazio per posti letto in quanto in considerazione dell’elevato numero di migranti, gli adempimenti andranno avanti tutta la notte e il giorno successivo.

La prefettura ha già predisposto un servizio di trasporto di 112 migranti che saranno accompagnati a Milano per essere distribuiti in Lombardia; altri 112 in Toscana e i restanti 112 rimarranno in Emilia-Romagna per essere poi distribuiti tra le varie province. "Ringrazio l’intera macchina dell’accoglienza - ha detto il prefetto Castrese De Rosa presente ai sopralluoghi - che si è da subito messa in moto nonostante il periodo di festività per garantire le migliori condizioni alle 336 persone che arriveranno a Ravenna tra cui 34 minori e tra questi 27 sono non accompagnati. Gli allestimenti al palazzetto verranno completati entro lunedì".

Martedì mattina è infine prevista un’altra riunione di coordinamento prima dello sbarco. I migranti provengono da Pakistan, Siria, Nord Sudan, Eritrea, Egitto, Nigeria, Palestina, Sud Sudan, Sri Lanka, Yemen, Bangladesh, India e Senegal. E proprio a causa delle incombenze legate allo sbarco, la questura ha comunicato che martedì e mercoledì gli sportelli dell’ufficio Immigrazione resteranno chiusi.