Missiroli, il fronte dei consensi si allarga ancora

Il candidato Pd sarà appoggiato da Verdi-Sinistra "È un accordo elettorale, non andremo in giunta".

Missiroli, il fronte dei consensi si allarga ancora
Missiroli, il fronte dei consensi si allarga ancora

Ancora sostegno al candidato Pd Mattina Missiroli che lunedì 19 febbraio, alle 20.30 nei Magazzini del Sale Torre, presenterà ufficialmente la sua candidatura per la corsa alla carica di sindaco di Cervia; nel frattempo, sono stati aperti i suoi canali social. Lunedì prossimo, dunque, Missiroli avrà dalla sua parte anche Verdi-Sinistra di Cervia che spiegano: "Abbiamo raggiunto un accordo con il candidato Missiroli, che consideriamo garante dell’equilibrio della coalizione di centro sinistra per le elezioni di giugno. Si tratta tuttavia di un accordo elettorale e non politico. Alleanza Verdi-Sinistra, infatti, non entrerà in Giunta né accetterà deleghe". Frecciata anche alla civica ‘Cervia ti amo’ con la quale c’era stato un avvicinamento di Verdi e Sinistra che non ha avuto seguito di un corteggiamento al candidato di centro destra Massimo Mazzolani. Sempre Verdi-Sinistra:"Abbiamo aperto da mesi un dialogo con la lista civica ‘Cervia ti amo’ condividendo diversi punti che porteremo comunque avanti, e ci stupisce che di fronte a quelle convergenze si possano invece trovare adesso accordi nel campo avverso, dopo aver condiviso importanti valori nel campo del centrosinistra". Stando ai temi che hanno condotto al sostegno dell’alleanza al candidato Missiroli ci sono "il consumo di suolo che a nostro parere dovrà via via essere azzerato. Riteniamo infatti che la cementificazione sia già andata oltre, sia dal punto di vista urbanistico che ambientale. Di pari passo consideriamo la tutela ambientale fondamentale sia per la città che per la salvaguardia delle attività turistiche che interessano larga parte del nostro territorio, e che devono essere invece valorizzate anche attraverso la tutela dell’ambiente".

"Poniamo quindi l’accento su una rinnovata e adeguata programmazione del territorio, che tenga conto tra le altre cose della progressiva erosione delle nostre coste. Per questo abbiamo chiesto anche particolare attenzione alla messa in sicurezza del territorio, e richiesto la programmazione di casse di espansione in caso di nuove alluvioni. È nostra volontà poi farci portatori in consiglio comunale di una riflessione sui temi del volontariato e della promozione della salute e del benessere psicologico degli individui; questioni per noi centrali sempre e ancora di più dopo la pandemia, la crisi economica e l’alluvione". Per Missiroli, ora, il grande nodo da sciogliere è quello delle richieste del Pri: un ruolo chiave nel prossimo governo della città oppure l’edera cervese correrà da sola alle elezioni con un proprio candidato. Tra Pd e Pri procedendo gli incontri, in totale tre, nei quali si cercheranno punti di accordo ma, soprattutto, in vista della serata del 19 febbraio.

Ilaria Bedeschi