Piazza Garibaldi chiusa durante eventi e concerti, è polemica

Pittalis (FdI): "Sbagliato impedire l’accesso a locali e negozi del centro, così si danneggiano le attività economiche" .

Piazza Garibaldi chiusa durante  eventi e concerti, è polemica
Piazza Garibaldi chiusa durante eventi e concerti, è polemica

Sta generando polemiche e dibattito il palco posizionato in piazza Garibaldi a Cervia dato che, per alcuni eventi e spettacoli a pagamento, è precluso l’accesso alla piazza e quindi, a risentirne, sarebbero soprattutto i locali e negozi del centro dato che non è permesso entrare se non in possesso del biglietto. Il problema era già sorto in passato, ma la discussione è partita in modo più acceso in occasione dello spettacolo di Max Angioni dello scorso 22 luglio. A raccogliere i malumori è Annalisa Pittalis del gruppo FdI. "Piazza Garibaldi, con le sue caratteristiche si presta quale principale location per svariate attività: mercatini, spettacoli musicali ed eventi culturali – spiega –. Tuttavia risulta fondamentale che, l’organizzazione di tali iniziative, non sia a discapito degli esercenti e dei residenti del centro storico, compromettendone attività e mobilità. Il palco, che viene montato e permane per settimane infatti, chiude, oscura e riduce l’accesso ad uno dei principali corsi cittadini, riducendo fortemente l’attività dei commercianti di quell’ area, i quali hanno investito in attività annuali, e che, nel periodo di massima affluenza turistica, si trovano costretti a chiudere, in quanto la zona diviene decisamente poco fruibile".

Gli stessi avventori, "durante gli spettacoli a pagamento, si trovano totalmente spaesati per la mancanza di chiari percorsi segnalati, pertanto vagano inutilmente alla ricerca di un varco". Pittalis conclude chiedendo "come pensa l’amministrazione Cervese di risarcire i danni patiti dal mercato del lavoro e anche quale biglietto da visita si presenti ai turisti".

i.b.