Restelli: "Devo tornare quello di prima"

Presentato il nuovo acquisto dei Blacks, il play francese Begarin: "Questa società mi piace, è ambiziosa e ha un progetto importante"

Restelli: "Devo tornare quello di prima"
Restelli: "Devo tornare quello di prima"

Se la prima impressione è quella che conta, allora i tifosi dei Blacks si divertiranno parecchio con Jessie Begarin. Il play francese si è dimostrato subito a proprio agio con la nuova realtà faentina, affermando in conferenza stampa di volere imparare l’italiano il prima possibile e di essere rimasto colpito dalla società Raggisolaris, scegliendola come prima esperienza lontano dalla Francia dopo vent’anni nei massimi campionati transalpini. "Ha deciso di venire a Faenza per la buona accoglienza che ho ricevuto sin dalla prima telefonata della dirigenza – spiega il play 35enne – e questa società mi piace molto, perché è ambiziosa e ha un progetto importante. Ho cercato su internet molte informazioni sui Raggisolaris e credo sia un club dove c’è una atmosfera molto familiare e che vuole puntare in alto".

Begarin è il classico playmaker che fa girare al meglio la squadra mettendo in ritmo i compagni, caratteristiche che vuole mostrare anche nella pallacanestro italiana. "Ho affrontato l’Italia con la nazionale francese giovanile e credo che qui si giochi un basket molto veloce e basato sul tiro da tre, una delle mie peculiarità. Mi piace anche difendere e giocare il pick&roll e in campo voglio sempre scegliere la situazione migliore per vincere, che sia un assist per un compagno o un tiro. Ho una buona conoscenza della pallacanestro e credo che mi inserirò molto bene". Begarin, che vestirà il numero 24 in onore di Kobe Bryant, debutterà domani a Lumezzane, ma in questi giorni è stato anche turista a Faenza insieme al team manager Rombaldoni. "Ringrazio Rodolfo per avermi fatto conoscere la città che mi è subito molto piaciota. Nei prossimi giorni cercherò di viverla ancora di più". Molto soddisfatto dell’arrivo di Begarin è il presidente Filippo Raggi, che non nasconde l’emozione per un simile acquisto, pensando che soltanto dodici anni fa i Raggisolaris erano in Promozione. "L’arrivo di Begarin è un momento un po’ storico per me e Baccarini che abbiamo visto crescere questa società e avere uno straniero era uno dei nostri desideri sin da quando siamo partiti tanti anni fa. Con l’arrivo di Lotesoriere a novembre ci è stata chiesta una iniezione di nuove caratteristiche tecniche e ci siamo subito mossi per cercare giocatori. Siamo molto felici di aver scelto Jessie, un profilo che abbiamo cercato a lungo e credo che ci possa dare quelle ambizioni che un po’ avevamo perso nei mesi scorsi. Logico che il suo arrivo e quello di Poletti significhino che abbiamo investito per arrivare fino in fondo e per giocarci tutte le carte per la serie A2". Luca Del Favero