Roby Parrucchieri, di padre in figlio

Il titolare Robert Missiroli ha ereditato passione e professionalità da Giordano, che inaugurò nel 1965

Roby Parrucchieri, di padre in figlio
Roby Parrucchieri, di padre in figlio

Roby Parrucchieri è a Cervia, al civico n.1 di via Mezzanotte, tra Pinarella e Tagliata, con veduta sulla pineta. Robert Missiroli è il titolare, che ha ereditato passione e professionalità dal padre Giordano, storico barbiere di Pinarella dal 1965: "Mio papà – racconta – ha iniziato nel 1965. Io mi sono appassionato fin da bambino, quando lui frequentava i corsi da barbiere a Cesena. Il mio primo camice l’ho indossato quando avevo 12 anni, per la stagione estiva, lavavo le teste. Dal 1987, per 18 anni, ho lavorato come dipendente dalla parrucchiera Pina a Cervia. Nel 2004, quando lui è andato in pensione, sono rientrato nel salone di via Mezzanotte e l’ho trasformato in salone unisex, coadiuvato sempre da papà Giordano che, tra l’altro, ancora oggi, mi dà una mano".

Per Robert Missiroli, quello col mestiere di acconciatore è stato un amore a prima vista: "Questo mestiere mi è piaciuto subito, mi ha appassionato fin dall’inizio. Mi piace stare in mezzo alle signore, chiacchierare; mi piace stare in mezzo agli uomini, insomma, in mezzo alla gente. Ho impostato questa attività in modo molto semplice e basic. Non mi piacciono le cose troppo ‘alte’ e sfarzose. Amo appunto la semplicità, l’onestà, parlare chiaro con le persone. Insomma, mi piace stare insieme alla gente". L’attività di Robert Missiroli si avvia dunque verso il 20° anno: "Quando ho cominciato, nel 2004, eravamo in tre. Io, mio babbo che mi supportava nel lavoro, e mia mamma Carla, che lavava le teste. In pratica era una azienda famigliare". Ora, oltre al titolare, nel salone di via Mezzanotte lavorano la moglie Elisa e 3 collaboratori, ovvero Carmela Colonna, Elisa Pascucci e Patrick Daniel Arpino.

"Il nostro cavallo di battaglia è la cura tricologica del capello. Curiamo infatti gli inestetismi del cuoio capelluto, fino al capello stesso. La linea di prodotti che utilizziamo prevalentemente è la Davines, multinazionale di Parma, oltre a Napura che la usiamo per il settore tricologico". Il salone di via Mezzanotte è frequentato da persone di ogni età.

"Il target dei nostri clienti – continua Robert – è molto eterogeneo. Si va dal bambino alla nonna. Per i giovani effettuiamo tutti i tipi di tagli e di colore, a partire dalle sfumature per i bambini, fino ai colori ‘inglesi’, ovvero quelli un po’ flash. Tendenze per l’inverno in corso o la primavera? A dire il vero, la moda non ha più periodi. Ogni anno salta fuori qualcosa di nuovo, ma è sempre qualcosa di rivisto. Lavoriamo molto a livello di tonalità, schiariture e di ‘graffiature’. Tuttavia non la classica meche anni 70-80, ma graffiature e sfumature un po’ più astratte, soprattutto fra le più giovani".

Il salone di Roby Parrucchieri si sviluppa su una superficie di circa 50 metri quadrati. All’interno, trovano spazio tre postazioni lavatesta e cinque postazioni fisse di lavoro per colore, taglio e messa in piega. "I clienti – ha concluso Robert Missiroli – sono locali, ma molti vengono da fuori provincia, ovvero da Bologna, Cesena e Forlì. Sono i proprietari di case estive, che mi seguono anche in inverno".

Nel periodo invernale, Roby Parrucchieri è chiuso la domenica e il lunedì; dal martedì al sabato è aperto dalle 8.30 alle 19. Nel periodo estivo, invece, il lunedì pomeriggio l’orario di apertura è pomeridiano, dalle 14 alle 20, mentre dal martedì al sabato, dalle 8.30 alle 20.