Spacciava sotto casa Venti minuti di far west per evitare l’arresto

In manette, a San Zaccaria, un 47enne pregiudicato, sorpreso mentre cedeva cocaina, prima di opporre una violenta resistenza ai carabinieri.

Spacciava sotto casa  Venti minuti di far west  per evitare l’arresto
Spacciava sotto casa Venti minuti di far west per evitare l’arresto

Il tentativo di sottrarsi all’arresto è durato una ventina di minuti. Calci, pugni, spinte ai carabinieri, rimasti feriti anche per essere finiti contro alcune piante piene di spine. Alla fine quell’uomo, Salvatore La Spina, 47enne catanese residente a San Zaccaria, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Il controllo, infatti, era nato nel contesto di un servizio antidroga predisposto nella serata del primo agosto dai carabinieri di San Pietro in Vincoli. Transitavano lungo la via Erbosa, avendo saputo da fonti confidenziali che in quella strada viveva un potenziale pusher, quando hanno assistito a uno scambio di stupefacente tra un assuntore e il sospettato. Il primo è stato trovato in possesso dei due involucri di cocaina che aveva appena acquistato per 50 euro. A quel punto il 47enne è stato bloccato e, sottoposto a perquisizione personale, trovato in possesso di altri 0,8 grammi di sostanza. Al momento di controllare anche la sua abitazione, l’uomo ha posto in essere una violenta resistenza che si è protratta a lungo e – a detta dei militari – con una veemenza che raramente avevano riscontrato. Alla fine, dalla casa sono saltati fuori altri 6 grammi di cocaina e due bilancini. Il giudice Cristiano Coiro lo ha messo ai domiciliari, convalidando l’arresto (tranne per l’accusa di ricettazione di una bici con insegne di un hotel), rimarcandone un’attività ventennale di reati. Lo difende l’avvocato Saverio Caruccio.