Estensione Ztl, primi mesi ‘salati’. In attesa delle telecamere fisse, quattro multe al giorno di media

La rivoluzione della viabilità in centro storico ha fatto registrare 473 sanzioni da ottobre a gennaio. Ma da dicembre, verbali dimezzati. Poma (comandante polizia locale): "Ormai i cittadini hanno recepito"

Estensione Ztl, primi mesi ‘salati’. In attesa delle telecamere fisse, quattro multe al giorno di media
Estensione Ztl, primi mesi ‘salati’. In attesa delle telecamere fisse, quattro multe al giorno di media

In attesa che vengano installate le telecamere fisse (si parla di marzo), sono state emesse quasi cinquecento multe in quattro mesi di estensione della Ztl. Sanzioni però che si sono dimezzate da un mese all’altro, segno tangibile che ormai la novità della rivoluzione della zona traffico limitato sia un’introduzione acquisita. Con una piccola eccezione per il mese corrente di gennaio che ha fatto registrare una piccola impennata.

L’azienda dei Pilomat: “Funzionano se si fa manutenzione”

Ad ottobre, primo mese di introduzione delle misure, erano stati ‘staccati’ 248 verbali dalla polizia municipale, secondo i dati forniti dal Comune di Reggio. A novembre meno della metà con 101 sanzioni. A dicembre drastico calo con ‘solo’ 51 provvedimenti che invece da inizio anno fino a ieri, sono leggermente aumentati fino a 73. Per un totale complessivo di 473, di cui due terzi nel primo bimestre di rivoluzione Ztl. Una media di quattro multe al giorno.

"Gli automobilisti si sono abituati e stanno cominciando a recepire, i numeri che parlano di un calo lo dimostrano – analizza il comandante della polizia locale Stefano Poma – Finché non saranno montate le telecamere che automatizzeranno, come tutti gli altri sistemi a varco presenti in città, grazie alle nostre pattuglie facciamo controlli sia al mattino sia al pomeriggio in diversi accessi al centro storico e non solo in via Emilia Santo Stefano. È chiaro che non possiamo fornire un presidio h24 e qualche furbetto che ci prova c’è sempre". Anche se – puntualizza il comandante – "quando saranno montate le telecamere ci aspettiamo un fisiologico aumento. Però, riportando quanto osservato dai colleghi, già da agosto quando furono installati i cartelli i quali preavvisavano delle modifiche, si è vista una sostanziale diminuzione del transito".

Poma ribadisce la bontà della scelta: "Tutti i cittadini che abitano in zona e coi quali ho avuto modo di parlare, hanno accolto positivamente l’estensione che ha portato il transito a ridursi molto. Credo che alla vigilia dell’entrata in vigore ci sia stata una preoccupazione più eccessiva di quanto poi si sia effettivamente verificato. Anche se le polemiche e le rimostranze riguardano più i commercianti che i residenti".

Infine, sulle ripercussioni causate dalla nuova Ztl, Poma smorza: "È ovvio che le auto che non sono entrate in centro storico, da qualche altra parte si sono aggiunte. Ma non si sono registrati fenomeni o flussi particolari. Le code ai semafori, da piazza Duca D’Aosta alla circonvallazione, c’erano prima e ci sono anche adesso. Ma aver snellito il traffico in centro è motivo di soddisfazione".