Iren, i risultati per il 2023: "Utile netto in aumento del 12,8%"

Il consiglio di amministrazione di Iren approva i risultati al dicembre 2023: utile netto in aumento del 12,8%, investimenti per quasi un miliardo di euro, dividendi più alti per gli azionisti.

Iren, i risultati per il 2023: "Utile netto in aumento del 12,8%"

Moris Ferretti e Giovanni Gazza

Il consiglio di amministrazione di Iren approva i risultati al dicembre 2023, registrando un utile netto in aumento del 12,8%, chiudendo il bilancio dello scorso anno registrando investimenti per quasi un miliardo di euro. I dividendi che saranno erogati agli azionisti dal gruppo Iren il prossimo 24 luglio saranno più alti dell’8% rispetto a quelli del 2023, a loro volta aumentati della stessa percentuale sull’anno precedente. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione della multiutility che avanzerà la proposta all’assemblea dei soci e ha approvato oggi i risultati economici raggiunti al 31 dicembre scorso. In dettaglio, alla fine dello scorso anno il margine operativo lordo (Ebitda) è risultato in crescita del 13,5% rispetto allo stesso periodo del 2022. L’utile netto del gruppo è di 255 milioni, in aumento del 12,8% rispetto a 226 milioni di due anni fa. Cresce anche l’indebitamento (del 18%), che passa da 3,3 a 3,9 miliardi. Per il gruppo è comunque "sostenibile" perché "proporzionale alla crescita dell’Ebitda". Gli investimenti fatti nel 2023 ammontano a 934 milioni, di cui 867 destinati all’efficientamento delle reti di distribuzione, allo sviluppo degli impianti di trattamento rifiuti e all’incremento della capacità di generazione di energie rinnovabili. "La produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili è infatti aumentata del 35% rispetto al 2022, così come la raccolta differenziata (che supera il 71% nei territori serviti), mentre le perdite idriche sono in riduzione e si attestano sul 30,4%", conferma il vicepresidente di Iren, Moris Ferretti. "Questi risultati sono il frutto del lavoro di un team di operatori della società che quotidianamente si dedica allo sviluppo dei territori, supportandoli concretamente e dimostrando quanto Iren possa essere partner di riferimento delle amministrazioni", aggiunge Giovanni Gazza, chief financial officer. Da segnalare come il numero complessivo dei dipendenti Iren a fine 2023 risulta essere superiore alle undicimila persone, con un incremento di 420 unità registrato nel corso dell’anno. "I numeri – secondo il presidente di Iren, Luca Dal Fabbro – evidenziano ancora una volta la validità del modello di business di Iren e la capacità di adattarsi rapidamente alle mutazioni dello scenario macroeconomico, climatico ed energetico, fornendo ai clienti e cittadini servizi di sempre maggior qualità".