Lucia Levrini, morta per un malore la maestra imputata per maltrattamenti in asilo

Nessun mistero sul decesso della donna di 57 anni trovata senza vita nel suo appartamento e che si era sempre proclamata innocente

Bambini all'asilo e nel riquadro Lucia Levrini

Asilo nido

Reggio Emilia, 29 ottobre 2019 - Una morte improvvisa, pochi giorni prima dell’avvio del processo che la vedeva imputata per presunti maltrattamenti a nove bambini iscritti all’asilo ‘più bello del mondo’, intitolato al pedagogista Loris Malaguzzi, dove lei insegnava da molti anni. Non c’è alcun mistero sulla scomparsa di Lucia Levrini, 57 anni, maestra trovata senza vita lunedì nella sua casa di Scandiano, stroncata da un malore.

I FUNERALI / Folla a Scandiano: "Ora è in pace"

Resteranno, invece, interrogativi, destinati ora a sfumare per il fatto che la morte del reo estingue il reato. E, codice penale a parte, i dubbi che hanno lacerato l’opinione pubblica sulle presunte responsabilità di un’insegnante che lavorava da anni nelle scuole reggiane, che si è sempre proclamata innocente.