Anziano nudo nel letto: "Rifiutava le cure"

La casa di riposo ’La Marina’ replica alla denuncia del figlio dell’ospite 88enne trovato disteso nella sua urina: "Situazione estemporanea"

Anziano nudo nel letto: "Rifiutava le cure"
Anziano nudo nel letto: "Rifiutava le cure"

Accuse rispedite al mittente. Come nel caso della prima denuncia-querela, quella della famiglia del 91enne morto solo in ospedale e di cui la figlia è venuta a conoscenza solo otto giorni dopo, la casa di riposo ’La Marina’ a Igea non ci sta e replica colpo su colpo anche all’ultima denuncia per maltrattamenti arrivata da parte del figlio di un altro ospite che, stando al querelante, è stato lasciato nudo e solo disteso su un materasso impregnato della sua stessa urina.

"La permanenza del signor L. (l’ospite 88enne, ndr) in struttura è stata talmente breve, circa 24 ore, da non consentire ai professionisti che operano nella scrivente casa di riposo di conoscere l’ospite e trovare la modalità più idonea di gestione e di approccio verso un paziente affetto da patologie comportamentali tali da indurlo diverse volte nell’arco della giornata a denudarsi e a urlare rifiutando ed aggredendo gli operatori nei frequenti tentativi di ricomporlo". Questa la versione della casa di riposo, che attraverso i propri legali Gianni e Alessandro Frisoni continua: "Diversi sono stati i tentativi di provare a far comprendere ai familiari dell’ospite 88enne che quella situazione nella quale hanno ritrovato il familiare era assolutamente estemporanea e verificatasi probabilmente poco prima, se non addirittura al loro arrivo, ma l’intento premeditato di portarlo via ha escluso ogni possibilità di giustificazione da parte della casa di riposo e di comprensione da parte della famiglia", sostiene ancora ’La Marina’.

"Non è bastato, infatti, il report delle volte che episodi simili si erano verificati nell’arco delle 24 ore, né le motivazioni addotte telefonicamente dalla Responsabile dell’area assistenziale che aveva da poco terminato il suo turno" conclude la casa di riposo di Igea. Un’altra presa di posizione della struttura a cui segue la stigmatizzazione del contenuto della denuncia-querela sporta per maltrattamenti dal figlio dell’88enne, le cui parole ’La Marina’ definisce: "Dichiarazioni false e mendaci e, comunque, non rispondenti a quanto realmente accaduto". Anche in questo caso, stante la denuncia presentata ai carabinieri di Bellaria-Igea Marina, sarà poi l’autorità giudiziaria a districare i fili della vicenda.