Bomba-day a Serravalle: mille gli evacuati

Residenti e visitatori della zona di Ponte Mellini dovranno lasciare le abitazioni questa mattina alle 7: artificieri in azione un’ora dopo

Bomba-day a Serravalle: mille gli evacuati
Bomba-day a Serravalle: mille gli evacuati

Il ’Bomba day’ è arrivato. Dopo giorni di capillare organizzazione e attesa, oggi a Serravalle verrà disinnescata una bomba d’aereo da 250 libbre (pari a 104 kg con circa 30 kg di tritolo), residuato bellico inesploso, ritrovata ormai mesi fa durante i lavori nell’impianto sportivo di Serravalle B. Le operazioni saranno condotte dagli artificieri del reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore in due fasi distinte che prevedono la neutralizzazione sul posto dell’ordigno e il successivo trasporto e brillamento in un’area sicura nei pressi di una cava in località Ca’ Rigo. Per limitare l’area di evacuazione, e ridurre i disagi alla popolazione, è stata realizzata dai genieri dell’esercito una struttura di contenimento certificata che ha permesso di limitare l’area di evacuazione dagli iniziali 1.170 metri agli attuali 352 metri, riducendo il numero di persone da evacuare a circa 1.000, oltre alla chiusura temporanea di alcune strade adiacenti alla zona di ritrovamento dell’ordigno. Gli uomini dell’esercito italiano si ‘occuperanno’ della bomba, mentre gli uomini della Protezione Civile e delle forze dell’ordine scenderanno in campo per gestire le operazioni. Per i residenti, cittadini sammarinesi e visitatori sarà obbligatorio essere fuori dall’area interessata all’evacuazione entro e non oltre le 7 di questa mattina.

Una volta verificata l’effettiva evacuazione dell’area, inizierà il lavoro degli artificieri dell’esercito italiano, a partire dalle 8. La conclusione delle operazioni potrà variare dalla tarda mattinata al tardo pomeriggio, in base alla complessità del disinnesco. Durante questo periodo, sarà vietato l’accesso a tutta l’area da evacuare e i percorsi alternativi saranno debitamente segnalati. A servizio delle persone temporaneamente evacuate, in particolare per le persone non autosufficienti e che non hanno la possibilità di recarsi da parenti e amici, è stato allestito un centro di accoglienza nei locali del Multieventi Sport Domus, messi a disposizione dal Comitato Olimpico. Il termine delle operazioni e quindi la possibilità di rientrare nelle proprie abitazioni, sarà segnalato attraverso il personale della Protezione Civile presente nei posti di blocco e nel centro di accoglienza, attraverso il sito internet www.gov.sm, su Radio San Marino Rtv 102.7 con bollettini orari, sul sito di San Marino Rtv e sui canali social (Facebook e Instragram) del servizio di Protezione Civile.