Ciotti: "La svolta di Morciano con la nuova cittadella dei servizi"

Approvato il bilancio di previsione. Il sindaco: "Nel 2024 acquisiremo gli uffici della palazzina ex Ghigi".

Ciotti: "La svolta di Morciano con la nuova cittadella dei servizi"
Ciotti: "La svolta di Morciano con la nuova cittadella dei servizi"

Il bilancio di previsione 2024-2026, approvato dal consiglio comunale, rafforza il ruolo di Morciano come capitale dei servizi della Valconca. "Nel 2023 – spiegano il sindaco Giorgio Ciotti (nella foto) e l’assessore al Bilancio Andrea Agostini – l’amministrazione comunale ha fatto fronte alla grande impennata dei prezzi: dai consumi energetici per energia elettrica e riscaldamento fino ad arrivare a materie prime, generi alimentari, trasporti. Il nuovo anno porterà, da parte della società multiservizi Anthea, ad investimenti infrastrutturali per un totale di 6 milioni di euro, ai quali l’amministrazione comunale aggiungerà un ulteriore milione per manutenzioni straordinarie. Procedremo dunque con l’acquisizione, al patrimonio comunale, degli uffici della palazzina ex-Ghigi che compongono la cosiddetta cittadella dei servizi, la quale accoglierà le sedi di carabinieri forestali, polizia locale, Inps e Protezione Civile. E di conseguenza arriveranno pure nuovi servizi all’interno dei locali lasciati liberi: si pensi, ad esempio, al piano terra del palazzo municipale e agli spazi della biblioteca comunale Mariotti che ospiteranno uno sportello Hera attivo 6 giorni 7 e le aule aggiuntive dell’istituto superiore Gobetti- De Gasperi, forse l’opera più importante per il futuro di Morciano di Romagna". Inoltre le politiche sociali: "Anche per il 2024 sono stati confermati tutti i servizi in ambito socio-educativo e socio assistenziale – proseguono l’assessore Agostini ed il sindaco Ciotti – e per alcuni di essi, come l’asilo nido, si prevede un ampliamento che azzererà completamente le liste d’attesa, garantendo l’accesso all’asilo nido a tutti i bambini tra i 12 e i 36 mesi residenti nel territorio comunale".