Da hotel a studentati: "La formula è giusta. Si investa anche sui corsi"

Pesaresi, Confindustria, promuove la norma

Da hotel a studentati: "La formula è giusta. Si investa anche sui corsi"
Da hotel a studentati: "La formula è giusta. Si investa anche sui corsi"

"Ben vengano nuovi studentati, ma cogliamo l’occasione per chiedere al comune investimenti importanti per far crescere l’università". Alessandro Pesaresi, presidente delegazione territoriale di Rimini di Confindustria Romagna, ha incontrato nei giorno scorsi l’assessore Roberta Frisoni per fare il punto sulla trasformazione delle strutture non più ricettive in studentati o foresterie per lavoratori stagionali, medici, forze dell’ordine e altre categorie che necessitano di alloggi per i periodi trascorsi in città. "Il tema della trasformazione degli alberghi è importante. Attraverso il riutilizzo di strutture in disuso si andrebbe a dare linfa all’economia per il settore delle costruzioni offrendo al medesimo tempo servizi oggi molto richiesti. Allo stesso tempo si andrebbe a togliere al degrado e alla criminalità edifici da destinare a ben altro. Siamo pertanto attenti e interessati allo strumento adottato dal Comune che a quanto pare è snello e prevede interventi limitati su queste strutture per velocizzare la loro disponibilità". Per Pesaresi lo strumento deve diventare non un punto di arrivo, bensì un punto di partenza. "Alla presentazione di questo novo strumento per la trasformazione delle strutture per 5 anni con l’eventualità di sfruttarne altri 5, quindi per un totale di 10 anni, erano presenti anche referenti per l’Università. Crediamo che sull’Università a Rimini si debba investire di più, farla crescere, aumentare i corsi di laurea". Confindustria andrà a condividere altre azioni con il Comune. Il prossimo appuntamento sarà sul piano spiaggia.

a.ol.