Effetto Pasqua: "Ci aspettano ponti d’oro"

Fiducia degli operatori dopo l’occupazione media negli hotel all’80% nei giorni scorsi: "Ottimisti per il 25 aprile e Primo maggio"

Effetto Pasqua: "Ci aspettano ponti d’oro"

Fiducia degli operatori dopo l’occupazione media negli hotel all’80% nei giorni scorsi: "Ottimisti per il 25 aprile e Primo maggio"

Nonostante sia caduta in marzo, data bassa che tanto preoccupava, la Pasqua a Riccione ha fatto il botto. L’occupazione media dei circa 200 hotel aperti si è attestata sull’80 per cento, ma tanti alberghi, con il last minute hanno registrato il tutto esaurito. Parcheggi pieni, viali del centro affollati come a Ferragosto, giardini delle ville storiche zeppi di turisti per gli eventi e finissage delle grandi mostre di Robert Capa e Turbolenta. Sala piena, poi, per il concerto di Bollani al palacongressi e file per cena anche la sera di Pasqua davanti a ristoranti e pizzerie, Nonostante le partenze pomeridiane che hanno intasato l’A14, in tanti sono infatti rimasti in città.

Parlano di uno "straordinario ponte pasquale, andato oltre ogni rosea aspettativa", gli operatori turistici, che con entusiasmo, guardano al lungo ponte del 25 aprile e del primo maggio, per i quali si profilano "buonissime prospettive". Lo sostiene anche Bruno Bernabei di Costa Hotels: "Con questo alto numero di prenotazioni, anche last minute, siamo andati oltre le aspettative. Abbiamo già dati molto positivi per il ponte del 25 aprile per il quale prevediamo un tasso di occupazione alberghiera superiore all’80 per cento. Grandi le aspettative anche per il Giro d’Italia, a metà maggio, e per la prima quindicina di giugno. Riccione si attesta quale destinazione molto amata e molto desiderata". Ottimi dati anche da Promhotels, Karin Gelmini parla di un’ "occupazione media delle camere pari al 90% con punte del 100% per due notti di pernottamento. Percentuali che variano secondo la tipologia di hotel e il servizio offerto. Le strutture con cucina aperta hanno lavorato molto bene con gli eventi sportivi. Così alla fine è stato anche per quelle che hanno offerto solo pernottamento e colazione, col last minute hanno sfiorato il 100 per cento".

Conferma del trend "molto positivo" arriva pure da Andrea Ciavatta del consorzio Family Hotels "Grazie al meteo che ha tenuto quasi per l’intero ponte – commenta –, i risultati sono andati oltre le nostre aspettative con quasi tre giornate piene. Molto buone le previsioni per i prossimi weekend, soprattutto per il ponte dal 25 al 28 aprile in cui si prevede il sold out". Sulla stessa onda Claudio Righetti di Bike Hotels che registra una crescita di canadesi e americani amanti delle due ruote.

"La Pasqua è andata molto bene – assicura –, così pure il periodo precedente, che ha portato in città molti eventi sportivi con un numero importante di presenze tra atleti e familiari al seguito. Ottime le aspettative per le prossime settimane, soprattutto in concomitanza col Giro d’Italia. Il mercato cicloturistico nord europeo, in particolare Svizzera, Austria e Germania, è sensibile alle condizioni meteo per cui nelle prossime settimane si prevedono molte prenotazioni anche last minute".

Nives Concolino