Furto a Palazzo Mancini Preso il ladro di telefoni

Un 52enne è stato denunciato per aver sottratto lo smartphone a un impiegato. L’uomo ha arraffato il bottino quando il dipendente del Comune era uscito.

Furto a Palazzo Mancini  Preso il ladro di telefoni
Furto a Palazzo Mancini Preso il ladro di telefoni

Si presenta in municipio a Cattolica per sbrigare alcuni adempimenti burocratici, ma ne approfitta per mettere le mani sullo smartphone di un dipendente pubblico e tenta di allontanarsi con il bottino, venendo però intercettato e denunciato. Il fatto è accaduto nella mattinata di giovedì a Palazzo Mancini. Protagonista del tentativo di furto, immediatamente sventato grazie all’intervento del personale dipendente della pubblica amministrazione e dei carabinieri della tenenza della Regina, un 52enne senza fissa dimora, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine. Quest’ultimo è stato denunciato a piede libero e deve ora rispondere di furto aggravato.

Tutto comincia durante il normale orario di ufficio. Il 52enne si trovava a passare nei corridoi di Palazzo Mancini essendo impegnato nell’espletamento di alcune pratiche per il pagamento delle tasse. Senza farsi tanti scrupoli, l’uomo si è avvicinato con circospezione all’ufficio Tributi e, dopo aver dato un’occhiata a destra e a sinistra ed essersi assicurato che non ci fosse nessuno nei paraggi, è entrato nello spazio di lavoro, approfittando di un momento di distrazione dei dipendenti pubblici. La sua attenzione è stata subito richiamata da un cellulare lasciato incustodito sulla scrivania di un dipendente, che nel frattempo si era allontanato dalla sua postazione. Con una mossa rapidissima, ha allungato le mani e trafugato il telefono, facendolo sparire nelle proprie tasche. A quel punto ha cercato di allontanarsi come se nulla fosse da Palazzo Mancini. La sua incursione non è però passata inosservata. Sono stati proprio i colleghi della vittima del furto ad accorgersi del ladro e a dare l’allarme. Messo con le spalle al muro, il ladro si è quindi lanciato in una fuga disperata lungo i corridoi del palazzo municipale, ma è stato prontamente bloccato prima dai dipendenti del Comune e poi dai carabinieri della tenenza di Cattolica. Il 52enne è stato identificato e dalle sue tasche è saltato fuori lo smartphone rubato che è stato restituito al legittimo proprietario.