Giugno: male, ma non malissimo Turisti in calo, crollano gli italiani

Il bilancio dei primi sei mesi resta positivo: arrivi in aumento del 5,3%. Rimini fa meglio di tutte le altre località .

Giugno: male, ma non malissimo  Turisti in calo, crollano gli italiani
Giugno: male, ma non malissimo Turisti in calo, crollano gli italiani

Male, ma non malissimo... Lo dicono i dati Istat: anche a giugno il turismo ha subito una flessione a Rimini e nelle altre località della provincia, ma non c’è stato il tracollo che tanti operatori temevano. Numeri che val la pena approfondire. A giugno i turisti arrivati nel Riminese sono stati 593mila, il 7% in meno rispetto a un anno fa. Il calo più significativo tra i turisti italiani (-7,3%), un po’ meno tra quelli stranieri (-5,6%). Le presenze sono scese a quasi 2 milioni e 442mila, segnando un calo del 5,8%. Anche per i pernottamenti, il calo maggiore riguarda gli italiani: le presenze si sono fermate a 1 milione e 940mila (-6,2%). Tra gli stranieri (501.835 pernottamenti) il calo è stato del 4,2%. Nonostante arrivi e presenze siano calati a maggio e a giugno, il l bilancio da gennaio rimane positivo. La provincia di Rimini chiude i primi sei mesi del 2023 con 1 milione e 400mila arrivi (+5,3%), 4 milioni e 543mila presenze (+1,5%) in totale. Meglio gli stranieri (arrivi +19%, presenze +10,7%) mentre rispetto ai primi sei mesi del 2022 gli arrivi degli italiani crescono solo del 2,7% e le presenze scendono invece dello 0,9%.

Restano ancora lontani i numeri pre-Covid. Nel 2019 i primi sei mesi si erano chiusi con il 17,4% in più di arrivi e il 15,4% in più di presenze. Rispetto al 2019 il calo maggiore, in termini percentuali, riguarda gli stranieri: gli arrivi nei primi sei mesi sono calati del 17,4% (-22,6% a giugno), le presenze del 17,4% (ma -23,2% a giugno).

In un quadro di luci e ombre, rispetto al 2022 Rimini va meglio di tutte le altre località della costa. Lo rimarcano sia il sindaco Jamil Sadegholvaad (vedi la pagina a fianco) sia l’assessore regionale al turismo Andrea Corsini, commentando ieri i dati della stagione. Nei primi sei mesi Rimini ha registrato 729mila arrivi (+12,3%), presenze a quota 2 milioni e 196mila (+5,2%). Sono aumentati, nonostante tutto, i turisti stranieri: arrivi in crescita del 27% e presenze in aumento del 14,8%. I dati del 2019 però restano ancora lontani, sia per gli itaiani sia per gli stranieri. A giugno Rimini è la località costiera che ha perso meno (arrivi -2,3%, presenze -3,7%). Calo più netto a giugno (arrivi -12,8%, presenze -8,8%) a Riccione, che però rimane quasi stabile nel primo semestre (arrivi -0,5% e presenze -0,9%). In difficoltà Cattolica e Bellaria, va meglio a Misano.

Manuel Spadazzi