Gli abitanti di Rione Clodio e Borgo Marina si alleano: "Stop a traffico e smog"

Il comitato dei residenti del Rione Clodio e del quartiere Borgo Marina protesta contro il traffico e lo smog in via Ducale e nelle strade circostanti. Chiedono alle autorità regionali di prendere provvedimenti per migliorare la qualità dell'aria e la salute dei cittadini. Durante un incontro pubblico, hanno esposto i disagi causati dal traffico intenso e hanno sollecitato soluzioni alternative. I residenti lamentano anche la presenza di alti livelli di inquinamento atmosferico nella zona.

Gli abitanti di Rione Clodio e Borgo Marina si alleano: "Stop a traffico e smog"
Gli abitanti di Rione Clodio e Borgo Marina si alleano: "Stop a traffico e smog"

Basta traffico e smog in via Ducale e dintorni. Il comitato degli abitanti del Rione Clodio, insieme a quelli del comitato di Borgo Marina, venerdì ha giocato la carta della disperazione: una delegazione, cartelli di protesta alla mano, ha partecipato all’incontro pubblico organizzato dal Pd in corso d’Augusto su Il patto per il lavoro e per il clima. Incontro al quale erano presenti anche l’assessore regionale al lavoro Vincenzo Colla e la presidente dell’assemblea legislativa regionale Emma Petitti.

"Smog e inquinamento acustico delle nostre stradine medievali, in pieno centro – spiega il Comitato Rione Clodio – sono i problemi che solleviamo inutilmente da anni con il Comune di Rimini. Ci auguriamo che gli amministratori regionali prendano atto del nostro diritto alla salute, messo a rischio da scelte sbagliate sulla viabilità cittadina, e sappiano adoperarsi per sensibilizzare i nostri amministratori a valutare delle soluzioni alternative che certamente esistono". Alternative al convogliare il grosso del traffico – dopo la chiusura viaria del Ponte di Tiberio – su via Ducale e Rione Clodio. All’incontro era anche presente il comitato del quartiere Borgo Marina: "Stiamo valutando un coordinamento sui problemi comuni, a partire da quello di traffico e smog", dicono i responsabili.

"Via dei Mille è troppo trafficata, quasi invivibile in molti momenti della giornata – lamenta Riccardo Tassani – Noi chiediamo che, per migliorare la qualità della vita di chi ci abita, nelle tante case a schiera ’affogate’ dallo smog, vengano almeno deviati gli autobus, che fanno ben due fermate in poche centinaia di metri, con conseguenti code di auto, su altre strade. Capiamo che non sia semplice, ma bisogna intervenire". A riguardo, spiega ancora il comitato Borgo Marina, sono già stati fatti diversi incontri con gli assessori Roberta Frisoni e Anna Montini.

Nell’incontro i residenti hanno mostrato cartelli sui "gravi disagi che stiamo subendo da quattro anni, per la sciagurata scelta del Comune di trasformare Rione Clodio, che fa parte della Ztl, in uno spartitraffico in cui confluisce il traffico di due circonvallazioni". "Nel nostro intervento – concludono i residenti del Rione Clodio – abbiamo espresso preoccupazione per i dati del PM10 e del PM2,5 dove Rimini ha registrato rispettivamente 21 e 23 superamenti dei valori guida dell’Oms. Vista la presenza di relatori che ricoprono importanti cariche nella nostra Regione, abbiamo descritto la realtà del Rione Clodio e di via Ducale, chiedendo loro secome amministratori avrebbero fatto transitare il traffico su una via di impostazione medievale, stretta, senza marciapiedi, alberi, case a filo strada e che ha la conformazione di un canyon stradale".

Mario Gradara