I vigili non fanno sconti. Multato per la tenda: "Ma a Borgo Marina i problemi sono altri"

Sanzione di 50 euro a un parrucchiere di via Roma: per gli agenti la struttura era malconcia e violava il regolamento sul decoro. L’episodio diventa un caso sui social e scoppiano le polemiche.

I vigili non fanno sconti. Multato per la tenda: "Ma a Borgo Marina i problemi sono altri"
I vigili non fanno sconti. Multato per la tenda: "Ma a Borgo Marina i problemi sono altri"

Multato per la tenda del suo negozio. Il motivo? Per i vigili viola il regolamento sul decoro urbano. Troppo vecchia. Troppo usurata. Non è l’unica sanzione fatta dalla polizia locale per lo stesso motivo. Ma intanto martedì mattina è toccato anche al parrucchiere di Hair cut company, negozio di via Roma all’angolo con via Giovanni XXIII. A cui gli agenti hanno spiegato che quella tenda è troppo vecchia e in condizioni precarie e per questo va rimossa e sostituita. "Mi hanno fatto una multa di 50 euro e imposto l’immediata sostituzione della tenda esterna del mio negozio perché lede il principio di decoro della città... A me sembra che qualcosa non funzioni", è lo sfogo fatto da Sandro Vandi, titolare del negozio. Uno sfogo pubblicato anche sui social, che ha dato il via a una serie lunghissima di commenti.

In tanti hanno da subito preso le difese del parrucchiere, facendo notare che a Borgo Marina "i problemi sono altri", quelli legati soprattutto a sicurezza e vivibilità del quartiere. "Siamo alla follia pura", attacca Luca, manifestando solidarietà al parrucchiere. Per poi raccontare: "Con la mia famiglia sono proprietario di diversi immobili nel centro storico. In uno di questi, siccome i ladri hanno tentato diverse volte di entrare (e ci sono anche riusciti), gli affittuari mi hanno chiesto di mettere un’inferriata. Così ho esaudito la loro richiesta, facendo montare una bella inferriata bianca. Ma una settimana dopo me l’hanno fatta rimuovere, perché spiccava troppo".

Tornando al caso del negozio di via Roma, di fronte alle recriminazioni del parrucchiere multato, non tanto per l’importo della sanzione ma per una questione di principio, i vigili hanno spiegato di aver elevato di recente altri verbali, sempre per lo stesso motivo. Il regolamento per il decoro urbano di Rimini prevede che "le insegne, tutti gli altri mezzi pubblicitari, le tende e le bacheche, devono essere mantenuti in perfetto stato di conservazione e di funzionalità". Nel caso del parrucchiere di via Roma, secondo i vigili, le condizioni in cui si trovava la tenda non rispettavano il regolamento. Da qui la sanzione di 50 euro.

Resta grande l’amarezza per il titolare del negozio Hair cut company, che ora dovrà decidere se pagare la multa o presentare ricorso, come pare intenzionato a fare. Perché, al di là dell’importo, per Vandi si tratta soprattutto "di una questione di principio". A nulla, l’altro ieri, sono servite le sue proteste mentre i vigili compilavano il verbale.

Manuel Spadazzi