I vigili pizzicano il tassista abusivo. Da Bologna a Rimini per 40 euro. Multa salata e auto sequestrata

L’uomo è stato notato dagli agenti della polizia locale mentre aiutava un turista a scaricare le valigie. Non aveva nessun tipo di licenza: per lui sanzione da 3mila euro oltre al ritiro della patente.

I vigili pizzicano il tassista abusivo. Da Bologna a Rimini per 40 euro. Multa salata e auto sequestrata

l finto tassista ha attirato l’attenzione degli agenti della polizia locale l’altra sera,. in via Faenza (Foto repertorio)

Quaranta euro per uno ‘strappo’ dall’aeroporto Marconi di Bologna fino all’hotel della zona mare di Rimini in cui avrebbe alloggiato. Questa la tariffa super scontata proposta da un cittadino originario del Bangladesh ad un viaggiatore appena sceso dall’aereo nello scalo emiliano. Peccato che l’uomo non fosse in possesso di nessun tipo di licenza o permesso, né come tassista né come Ncc. Sarebbe anche riuscito a farla franca, se solo non fosse incappato nella squadra giudiziaria della polizia locale di Rimini. Il tassista abusivo è così finito nella rete delle forze dell’ordine: ora dovrà mettere mano al portafoglio e pagare una multa molto salata. La macchina utilizzata per il trasporto è stata inoltre sottoposta a sequestro ai fini della confisca, mentre la patente è stata ritirata.

Il finto tassista ha attirato l’attenzione degli agenti della polizia locale l’altra sera, attorno alle 23, in via Faenza. I vigili hanno notato l’uomo mentre tirava fuori dal bagagliaio dell’auto alcune valigie aiutando il suo passeggero a scaricarle. Si sono così avvicinati e hanno chiesto delucidazioni. Il turista, candidamente, ha ammesso che appena uscito dall’aeroporto, era stato avvicinato dal cittadino bengalese che si era presentato come tassista e si era offerto di accompagnarlo fino a Rimini. Il tutto alla modica cifra di 40 euro. Un prezzo davvero minimo, viste le tariffe in cui si può imbattere in Riviera.

Il turista aveva accettato al volo il passaggio ed era subito salito in macchina. Una volta accertata la situazione e completate le verifiche, gli agenti della polizia locale hanno fatto scattare il ritiro della patente nei confronti del bengalese. A ciò si aggiunge il sequestro del veicolo, una multa di circa 3mila euro ed una denuncia a piede libero per esercizio abusivo della professione.

A proposito di taxi, una decina di giorni fa la Giunta comunale di Rimini ha annunciato di aver approvato le linee d’indirizzo funzionali alla pubblicazione del bando per il rilascio a titolo oneroso di 14 nuove licenze. Il bando stabilisce che il rilascio delle nuove licenze sia vincolato all’utilizzo di mezzi a basso impatto ambientale, con emissioni comprese fra 0 e 135 g/km.

Perplessità sono state sollevate da alcune associazioni di categoria, secondo le quali sarebbe stato fondamentale "agire all’interno di una programmazione integrata del trasporto pubblico e alla luce di valutazioni che indirizzassero verso l’effettivo miglioramento del servizio". Ciò nonostante, le associazioni hanno mostrato segnali di apertura, avanzando "proposte costruttive, condivise con l’amministrazione, affinché il bando possa sfociare in un effettivo miglioramento del servizio".

Lorenzo Muccioli